7 gennaio 2011 Italia 150, una grande opportunità

Al via le cerimonie ufficiali del 2011 per 150/mo anniversario dell’Unità d’Italia, con un invito da parte del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a tutte le forze politiche, di maggioranza e di opposizione “A tutti coloro che hanno responsabilità nelle istituzioni nazionali, regionali e locali – ha detto il Capo dello Stato – perché nei prossimi mesi, al sud e al centro come al nord si impegnino a fondo nelle iniziative così da renderne davvero ampia e profonda la proiezione tra i cittadini, la loro partecipazione, in rapporto ad una ricorrenza da tradurre in occasione di rafforzamento della comune consapevolezza delle nostre responsabilità nazionali ”.

Per Napolitano “c’è una persistenza della memoria del Risorgimento e del moto nazionale unitario assai piuù diffusa, in tutte le regioni, di quanto taluno mostri di ritenere. E a forze politiche che hanno un significativo ruolo di rappresentanza democratica sul piano nazionale, e lo hanno in misure rilevante in una parte del Paese, vorrei dire che il ritrarsi, o il trattenere le istituzioni, dall’impegno per il centocinquantenario, che è impegno a rafforzare le condizioni soggettive di un’efficacia guida del Paese, non giova a nessuno”.

“E’ doveroso – ha detto Nicola – ascoltare e riflettere sulle parole del presidente Napolitano e in particolare sul suo richiamo all’unità. Essa, infatti, rappresenta la prima leva su cui tutti noi dobbiamo premere per superare le tante difficoltà che il nostro Paese sta vivendo e per costruire un futuro migliore da consegnare alle nuove generazioni che lo esigono con forza per viverlo da protagoniste”.

“Sono convinto che le celebrazioni per i 150 anni dell’ Unità d’Italia – ha aggiunto – rappresentino una grande opportunità per il nostro Paese, di rinnovamento e di coesione. Non commettiamo l’errore di guardare al passato e alle regole in maniera retorica, ma quello che fin qui è stato fatto e deciso può e deve rappresentare una solida base su cui edificare tutti insieme una nuova Italia. La storia ci insegna che non ci manca il coraggio di affrontare le nuove sfide e di competere ai più alti livelli: le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia sono l’occasione giusta per tornare a farlo”.

W L’ITALIA. LE INIZIATIVE DELLA PROVINCIA DI ROMA PER FESTEGGIARE IL 150mo ANNIVERSARIO

CELEBRARE PER CONOSCERE

Un ciclo di lezioni tenute da docenti universitari sui temi del Risorgimento e dell’Unità Nazionale, dedicato ai giovani degli istituti superiori di Roma e Provincia e inaugurato dal professor Giuliano Amato, il presidente Comitato dei garanti per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia, presso l’Auditorium Parco della Musica. Oltre mille studenti avranno così l’opportunità di essere protagonisti di un importante percorso di studio e di conoscenza e di partecipare ad un concorso che consentirà il loro coinvolgimento attivo tramite la preparazione di elaborati video, fotografici, informatici e scritti. Gli autori dei lavori migliori saranno premiati con un viaggio nei luoghi dell’unità nazionale che si svolgerà a fine Marzo 2011 a Torino. Il video della lezione inaugurale di Giuliano Amato, insieme al documentario di Gianfranco Pannone, “Ma che storia…”, prodotto da Cinecittà Luce e presentato al Festival del Cinema di Venezia, sarà raccolto in un cofanetto e presentato nei comuni della provincia.

NOTE D’ITALIA

In collaborazione con la Prefettura e il Comune di Roma, il 13 Dicembre 2010, l’orchestra “Opera Ensemble” terrà un concerto al teatro dell’Opera con in programma arie d’opera di Vincenzo Bellini, Giuseppe Verdi e Gioacchino Rossini. Un’occasione di festa e di unità di tutte le istituzioni per iniziare nel migliore dei modi un anno di celebrazioni.

ITALIA A COLORI – NASCITA DI UNA NAZIONE

A Palazzo Incontro, un viaggio nella storia d’Italia che raccoglie oltre 200 fotografie – tutte a colori, inedite – scattate tra il 1870 e il 1930. I luoghi, le persone, i paesaggi, la vita quotidiana degli italiani sono i soggetti principali di questo itinerario nel quale l’evoluzione e la sperimentazione delle tecniche fotografiche si incrocia con i cambiamenti rapidi e tumultuosi che l’Italia conobbe nel volgere di pochi decenni.

150 ANNI. LA NOSTRA STORIA

Una mostra itinerante nei comuni della Provincia di Roma per raccontare i momenti chiave della storia del Risorgimento con particolare attenzione ai luoghi e agli eventi del nostro territorio. Una mostra che racconta la costruzione della nostra nazione: cronologie, idee, personaggi che hanno contribuito a realizzare l’unità d’Italia.

PROGETTO DANTE

Una mostra dedicata al padre della lingua italiana. Un viaggio attraverso i secoli nelle edizioni della Divina Commedia raccolte nella più grande collezione privata di edizioni dantesche. Oltre mille volumi dalle prime edizioni del XVI secolo fino ad oggi.

PREMIO PROVINCIA CAPITALE

Il Premio Provincia Capitale, istituito nel 2005, è dedicato quest’anno ai 150 Anni dell’Unità d’Italia e consegnato al professor Claudio Pavone, illustre storico dell’Italia Contemporanea e della Resistenza.

FRATELLI D’ITALIA

Una giornata evento, nel cortile di Palazzo Valentini, dedicato alle parole chiave della storia d’Italia, fra passato e presente. Fra sussidiario storico e immaginario collettivo: una no stop di brevi conferenze per riflettere sul nostro Paese e sulle sue trasformazioni con il coinvolgimento di importanti scrittori e intellettuali italiani e esteri. In collaborazione con la rivista Internazionale.

PALAZZO DELLA CULTURA E DELLA MEMORIA STORICA

Un’opera simbolo per continuare a celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia anche dopo questo anniversario. Dopo un lungo percorso di recupero e di restauro, il Casino seicentesco di Villa Altieri, acquisito dalla Provincia di Roma nel 1975, torna al suo splendore e apre al pubblico come nuovo “Palazzo della Cultura e della Memoria Storica” della provincia di Roma. Il palazzo ospiterà l’archivio e la biblioteca della Provincia di Roma nella quale si ritrovano fondi e opere di altissimo valore; la Banca della Memoria, nata per mantenere viva e reale la voce dei protagonisti del Novecento del nostro Paese; i reperti archeologici della collezione Altieri e il fondo librario dantesco del Centro Pio Rajna; spazi per eventi culturali, mostre, convegni e un centro audiovisivo.

Celebrare per conoscere. I primi 150 anni dell’Unità d’Italia. Programma delle lezioni

16 dicembre 2011, ore 9.30, Aula Magna Istituto Galileo Galilei, via Conte Verde 51, Roma: Le idee del Risorgimento, Prof. Francesco Bonini, Università degli Studi di Teramo.

19 gennaio 2011, ore 9.30, Aula Magna Istituto Galileo Galilei, via Conte Verde 51, Roma: Eredità e memorie del Risorgimento, Prof. Massimo Baioni, Università degli Studi di Siena.

2 febbraio 2011, ore 9.30, Aula Magna Istituto Galileo Galilei, via Conte Verde 51, Roma: La Chiesa e il Risorgimento, Prof. Andrea Riccardi, Università degli Studi di Roma Tre.

23 febbraio 2011, ore 9.30, Aula Magna Istituto Galileo Galilei, via Conte Verde 51, Roma: La costruzione della Nazione, Prof. Raffaele Romanelli, Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet