9 dicembre 2010 Tre bandi: 6,3 milioni di euro per il territorio Arredi urbani, centri storici, impianti sportivi e soluzioni ecosostenibili, parco giochi, wi-fi. Ecco come la Provincia di Roma incide positivamente sul territorio.

Tre bandi da quasi sei milioni di euro e uno stanziamento da 500mila euro.

La Provincia di Roma guarda al proprio territorio e investe sul miglioramento della qualità della vita, sulla cura degli arredi urbani, sulla manutenzione degli impianti sportivi e sulla promozione di soluzioni ecosostenibili.

Il primo bando, da 260mila euro, scadrà il 21 gennaio e darà la possibilità alle Amministrazioni Comunali, alle proloco e all’associazionismo locale di presentare progetti volti alla valorizzazione e alla difesa del proprio territorio ponendo l’accento sulle identità locali e sui prodotti tipici tradizionali.

Questo – ha detto Nicola – è il bando delle idee. Il suo scopo è di incentivare microinterventi per migliorare la qualità della vita dei nostri Comuni e punta ad una nuova idea di sviluppo che ha come valore intrinseco quello della valorizzazione del territorio.

Il secondo bando, il bando ‘Parchi-gioco’, investe due milioni di euro sulla fornitura e realizzazione di strutture ludiche nel territorio provinciale. “Abbiamo già realizzato – ha spiegato – 48 aree di questo tipo tra Roma e Provincia. Questo ci consentirà di realizzarne altre 35, oltre alla riqualificazione dei nostri 5 parchi naturali”. Un contributo di tre milioni e 500mila euro è stato invece destinato dall’Amministrazione provinciale per il bando ‘Provis’, un programma di valorizzazione degli insediamenti storici cha ha come principale obiettivo di promuovere lo sviluppo e la riqualificazione dei centri storici dei Comuni.

Con il bando sono stati introdotti importanti novità per quanto riguarda la sostenibilità ambientale ed è stata data grande attenzione ai centri naturali commerciali, agli alberghi diffusi, al marketing territoriale e al miglioramento della mobilità: gli interventi sono anche in numerose ville, giardini e piazze.

Il terzo bando è per gli impianti sportivi. Altri 500mila euro sono stati, inoltre, destinati agli impianti sportivi comunali. “La novità – ha detto ancora Nicola – è che possono essere utilizzati anche in aree private ma aperti a pubblica fruizione come parrocchie e associazioni. Abbiamo messo in campo queste nuove risorse per dare un segnale di reazione ai Comuni che rischiano il crollo. Siamo la prima amministrazione che si impegna a dare un segnale di ottimismo e vicinanza. Un nuovo modo di concepire lo sviluppo ma anche un volano economico per le nostre realtà locali“.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica