19 dicembre 2011 800 giovani ‘ambasciatori’ Gli studenti delle scuole diventano diplomatici grazie a una vera e propria simulazione dell’Assemblea Generale dell’Onu. Un’iniziativa che arriva per la prima in Italia con la Provincia, perché essere studenti significa lavorare per essere i cittadini di domani

Ambasciatori per tre giorni: 800 studenti di 35 scuole superiori di Roma e Provincia fino al 21 dicembre svestono i panni semplici alunni per indossare quelli di simbolici diplomatici per sedere sui banchi delle Nazioni Unite.

“Model United Nations” grazie alla Provincia di Roma in collaborazione con l’associazione United Network, sbarca per la prima volta in Italia: gli studenti si riuniscono per approfondire i temi dell’agenda politica mondiale in una vera e propria simulazione dell’assemblea generale delle Nazioni Unite, con tanto di discorsi, preparazione di bozze di risoluzione, negoziazioni, risoluzione di conflitti.

La tre giorni di lavori è stata tenuta a battesimo nella sede della Fao, sede dei lavori insieme ad alcuni spazi di palazzo Valentini, da Nicola. “Essere studenti – ha detto alle ragazze e ai ragazzi – significa lavorare per essere i cittadini di domani. E ciò vuol dire avere nozioni, ma anche sviluppare capacità di pensare, di essere critici, autonomi. Essere così lontani dal rischio della semplificazione, essere liberi e quindi capaci di vedere nelle differenze non un rischio ma un’ opportunità”.

Per Nicola le Nazioni Unite sono “il simbolo del fatto che tante differenze unite possono rappresentare una forza e non un pretesto per odiarsi ed è per questo che, anche attraverso iniziative come questa, scommettiamo sul valore delle differenze”.

I ragazzi proseguiranno i lavori suddividendosi in sette commissioni e il 21 dicembre, all’Auditorium, assemblea plenaria per presentare i report delle commissioni e il conferimento degli attestati di partecipazione.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet