8 ottobre 2015 Sosteniamo la competitività e l’innovazione delle aziende agricole Grazie all’accordo che abbiamo firmato oggi con Abi, l’Associazione Bancaria Italiana e Ismea, l’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare, apriamo nuove prospettive per questo settore e diamo l’opportunità alle imprese agricole di avviare investimenti di sviluppo, innovazione e start up

Una novità importantissima per l’imprenditoria agroalimentare del Lazio. Oggi abbiamo firmato un accordo con Abi, l’Associazione Bancaria Italiana  e Ismea, l’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare . È una notizia molto importante perché apriamo  nuove prospettive di sviluppo e dà l’opportunità alle imprese agricole di avviare investimenti di sviluppo, innovazione e start up.

Per noi quello dell’agroalimentare è un settore fondamentale che stiamo sostenendo in tanti modi fin dal nostro arrivo.

Sosteniamo la competitività e l’innovazione delle aziende agricole. In questo modo possiamo imprimere una forte accelerazione sul processo di rinnovamento di questo settore garantendo la massima semplificazione amministrativa e incrementando la capacità di investimento delle imprese agricole.

In particolare il progetto si regge su due assi fondamentali:

Il fondo di garanzia, attraverso il quale diamo una mano concreta agli imprenditori agricoli nel momento in cui richiedono un finanziamento agli istituti bancari. In questo modo, come del resto già stiamo facendo anche in altri settori, rimuoviamo un altro ostacolo che ha bloccato il credito in questi ultimi anni. È una garanzia anche per gli istituti bancari, che avranno garanzie finanziarie sui prestiti erogati e  anche un’assicurazione sulla qualità dei progetti da finanziare.

Il fondo di credito, una novità assoluta da cui ci aspettiamo grandi risultati: l’istituzione del fondo, infatti, consentirà  di abbattere i tassi d’interesse sul prestito di circa il 50%. Questo rappresenta evidentemente una grandissima opportunità per gli imprenditori.

Contributi ai giovani imprenditori agricoli. Tra le altre cose, sempre all’interno del nuovo Psr è prevista anche una terza misura, il contributo a fondo perduto di 70.000 euro ai giovani imprenditori agricoli.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica