13 maggio 2015 Insieme a Ferrero e Ismea per creare sviluppo e lavoro con le nocciole Oggi abbiamo fatto con un accordo con Ferrero e Ismea, l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare: si tratta di due soggetti di peso che sicuramente ci aiuteranno a creare sviluppo e lavoro. Siamo già i primi in Italia per la produzione di nocciole e potremo fare ancora di meglio grazie a questo accordo che ci consentirà di impiantare circa diecimila nuovi ettari di nocciole

L’agroalimentare è un settore fondamentale della nostra regione, ci stiamo scommettendo moltissimo fin da quando siamo arrivati e lo stiamo facendo in modo concreto e con una serie di iniziative e provvedimenti. Grazie ai fondi europei stiamo producendo innovazione per sostenere i nostri prodotti in Italia e all’estero e per far crescere le nostre imprese.

L’accordo con Ferrero e Ismea, l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare, è un’altra bella opportunità che oggi cogliamo: si tratta di due soggetti di  peso che sicuramente ci aiuteranno a creare sviluppo e lavoro. Per questo abbiamo abbracciato questo progetto e lo sosterremo anche attraverso l’utilizzo di fondi del Psr 2014-2020.

Impiantiamo circa 10.000 nuovi ettari di nocciole. Siamo già i primi in Italia per la produzione di nocciole e potremo fare ancora di meglio grazie a questo accordo: il nostro poi è un territorio che si presta particolarmente, perché gode di condizioni climatiche e agrarie ottimali per la coltura delle nocciole.

Investiamo con il partner industriale più forte del mondo su questa coltura, in grado di assicurare un mercato con ampi margini di sicurezza agli agricoltori che vorranno scommettere su questa coltura.

Ismea seguirà tutto il processo e potrà garantire la  formazione, l’adeguatezza degli interventi, l’identificazione delle terre e anche la  promozione dell’utilizzo degli strumenti istituzionali di sostegno economico-finanziari. Tra le altre cose Ismea avrà il compito di valutare anche la presenza di altre aree con le caratteristiche climatiche e ambientali compatibili con la coltura delle nocciole.

Facciamo crescere nuove imprese e rilanciamo i territori. Questo è l’anno dell’Expo ed è anche l’anno in cui parte la nuova programmazione dei fondi europei sull’agricoltura. abbiamo 77 milioni in più rispetto alla programmazione precedente, per un totale di 780mln destinati al Psr 2014-2020.

Sono certo che questa partnership di qualità ci aiuterà a dare più opportunità a tante imprese e, spero, anche far nascere nuove startup agricole ci aspettiamo che questo accordo faccia da traino per tutto l’indotto della nocciola, a cui sono legate tantissime produzioni tipiche del lazio.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet