23 luglio 2014 Sanità: Lazio e Lombardia insieme per migliorare i servizi per le persone Oggi abbiamo firmato un protocollo con la Regione Lombardia: apriamo una collaborazione positiva tra le due più grandi Regioni italiane, è l’inizio di una fase di studio e confronto tra due sistemi sanitari regionali. Siamo al lavoro per attivare il Nue, il Numero Unico dell’Emergenza, già utilizzato in Lombardia

Per migliorare la nostra sanità vogliamo anche aprirci alle buone pratiche di altre Regioni. È proprio per questo che oggi abbiamo firmato un protocollo con la Regione Lombardia, aprendo una collaborazione positiva tra le due più grandi Regioni italiane.

Una fase di studio e confronto tra i due sistemi sanitari regionali. L’obiettivo è migliorare e perfezionare procedure e metodologie portando avanti un’azione sinergica per la tutela della salute delle persone.

Ecco cosa prevede il protocollo:

L’attivazione del Numero Unico dell’Emergenza 112. Entro sei mesi procederemo così con l’attuazione di quanto previsto dal Consiglio delle Comunità europee. Il Nue racchiuderà i 4 numeri attualmente operativi (112, 113, 115 e 118) e, attraverso un “centralino laico”, smisterà le segnalazioni a seconda della tipologia dell’emergenza. In questo modo ci sarà una riduzione delle chiamate e dei costi e potremo garantire a tutti servizi più efficienti

Le altre iniziative. Dal sistema regionale dell’emergenza/urgenza sanitaria extraospedaliera, 118, alla realizzazione di un sistema di controlli in merito all’appropriatezza delle prestazioni sanitarie e alle regole di autorizzazione, accreditamento e accordi contrattuali. Tra le altre cose stabiliamo anche le regole e le modalità di governo del personale della sanità e per la gestione delle liste d’attesa.

Programmi e esperienze condivise. Con la Regione Lombardia ci impegniamo a collaborare su più fronti: dagli strumenti di valutazione dei servizi e delle tecnologie sanitarie alla qualità degli esiti delle cure e alla loro ricaduta sul sistema dei controlli. E poi sviluppiamo anche modalità per diffondere informazioni ai cittadini sui rischi della medicalizzazione, in particolare conseguente all’uso dei farmaci e della sovradiagnosi.

È un tema delicatissimo che riguarda la sicurezza dei cittadini: oggi ci sono ancora 4-5 centrali operative che non si parlano, e proprio alla luce di questo si capisce il salto culturale di questa iniziativa.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet