27 gennaio 2013 Alla Regione vogliamo che i bambini nati in Italia da genitori immigrati siano meno soli Oggi i figli nati in Italia da genitori immigrati al compimento dei 18 anni vengono considerati stranieri. E' una legge assurda, che va cambiata. Alla Regione daremo un segnale chiaro di sostegno a questi bambini

Miriam ha sette anni e frequenta la seconda elementare. E’ nata in Italia da genitori stranieri, ma per la legge italiana è considerata “straniera”. Eppure ha sempre vissuto qui, gioca e studia con i nostri figli della sua età

Cosa succederà quando compirà 18 anni? Dovrà chiedere il permesso di soggiorno, altrimenti, dopo aver passato tutta la vita in Italia, dovrà andare via.

E’ un meccanismo assurdo, che va cambiato.

Per questo vogliamo dare un segnale perché la Regione, questo pezzo dello stato, li riconosca come cittadini.

Bisogna rispettare la legge, però studieremo il modo per far sentire i bambini nati da genitori immigrati meno soli, meno diseredati di quelli italiani.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica