23 luglio 2015 Amatriciana: chiediamo un riconoscimento europeo per questa specialità del Lazio È un piatto amatissimo, famoso in tutta Italia e sempre al centro di discussioni e confronti su quali siano i suoi veri ingredienti. Dopodomani i produttori e i trasformatori della filiera della salsa di pomodoro e guanciale richiederanno ufficialmente il riconoscimento Sgt, Specialità tradizionale garantita, che fino ad oggi hanno ottenuto solo la pizza napoletana e la mozzarella di bufala

L’amatriciana è una delle eccellenze enogastronomiche più conosciute del Lazio: un piatto amatissimo, famoso in tutta Italia e sempre al centro di discussioni e confronti su quali siano i suoi veri ingredienti. Io stesso qualche mese fa ho difeso la vera amatriciana, che si fa senza aglio e senza cipolla, al contrario di come dice qualche chef.

Un riconoscimento importante per questa delizia. Dopodomani i produttori e i trasformatori più rappresentativi della filiera produttiva della salsa di pomodoro e guanciale richiederanno ufficialmente il riconoscimento Sgt, Specialità tradizionale garantita. Per farlo il 25 luglio si costituiranno in associazione e presenteranno la domanda di registrazione. Fino ad oggi hanno questo marchio solo la pizza napoletana e la mozzarella di bufala.

Sosteniamo l’iniziativa con i nostri uffici e con Arsial, l’Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio, che fornirà l’assistenza tecnica e si è già resa disponibile a elaborare tutti i dossier tecnici.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet