21 dicembre 2014 Liste d’attesa: già anticipati 9000mila esami Abbiamo richiamato per anticipare gli esami più di 41mila persone, il 60% dei pazienti ha scelto di non anticipare la visita e ha confermato l'appuntamento, anche se lontano. È il segno del fatto che molte visite non sono legate a urgenze ma a controlli programmati

Da quando siamo arrivati uno dei nostri obiettivi è accorciare le liste d’attesa della sanità. Lo stiamo facendo in tanti modi, tra le altre cose abbiamo anche attivato nuovi macchinari e allungato gli orari in cui è possibile effettuare gli esami e stiamo mettendo a disposizione oltre 100 mila esami in più per 14 diverse patologie. Abbiamo chiamato più volte e in orari diversi i pazienti che non hanno risposto, e abbiamo inviato loro anche un sms per informarli che li avevamo chiamati per anticipare la visita.

Stiamo richiamando chi ha già fissato un appuntamento per anticiparlo. Fino  ad oggi sono state effettuate più di 41mila telefonate: il 60% dei pazienti ha scelto di non anticipare la data dell’appuntamento,anche se lontano. È il segno del fatto che molte visite non sono legate a urgenze ma a controlli programmati. Oltre 9000 pazienti invece hanno scelto di anticipare la data dell’esame.

Distinguiamo tra i casi urgenti e quelli programmati. Vogliamo introdurre più equità e giustizia anche nelle liste d’attesa: proprio per questo i medici di medicina generale indicheranno sulla prescrizione qual è l’urgenza dell’esame. Così introduciamo più appropriatezza e chi ha un’urgenza avrà la priorità. Proprio per questo, per garantire a chi ha bisogno immediato del controllo di effettuarlo in tempi stretti, indagheremo anche sull’appropriatezza di un grande numero di richieste di analisi.

La trasparenza delle agende è quello che ci sta più a cuore. A ottobre ci siamo accorti che solo il 36% dei 25 milioni di prestazioni del nostro Servizio sanitario è gestito dal Recup. Il nostro obiettivo è arrivare al 50% in sei mesi. Lo faremo obbligando le Asl a mettere a disposizione del call center la metà delle loro prestazioni disponibili.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet