19 maggio 2015 L’appello: Salviamo Civita di Bagnoregio, una delle meraviglie d’Italia Le continue frane dello sperone di tufo mettono seriamente a rischio la sopravvivenza stessa della città. Civita è rimasta sola, a difendersi dalle calamità naturali. E oggi ha un estremo e urgente bisogno di manutenzione se non vogliamo privarci per sempre di una sentinella della nostra storia culturale, per questo ho proposto un appello delle principali personalità della cultura, delle arti, delle scienze, a cui ha risposto anche il Ministro Franceschini

Civita di Bagnoregio è una meraviglia italiana e del Lazio, che purtroppo però è a rischio, tanto da essere chiamata da molti, “la città che muore”: questo a causa delle continue frane dello sperone di tufo che mettono seriamente a rischio la sopravvivenza stessa della città. Civita è rimasta sola, a difendersi dalle calamità naturali. E oggi ha un estremo e urgente bisogno di manutenzione se non vogliamo privarci per sempre di una sentinella della nostra storia culturale, di un pezzo del nostro patrimonio.

Ho proposto un appello delle principali personalità della cultura, delle arti, delle scienze: ho fatto a queste personalità è una vera e propria richiesta: quella di diventare i primi ambasciatori per la difesa di Civita  e della valle dei Calanchi.

 

Sono già in tanti ad aver RISPOSTO E FIRMATO L’APPELLO:

GIORGIO NAPOLITANO

PIERO ANGELA

MARC AUGE’

BERNARDO BERTOLUCCI

FRANCESCO BIGIOTTI

ACHILLE BONITO OLIVA

ILARIA BORTOLETTI BUITONI

MARIO BOTTA

BRUNO BOZZETTO

MASSIMO CACCIARI

ANDREA CAMILLERI

MILENA CANONERO

ANDREA CARANDINI

DON LUIGI CIOTTI

PAOLO CREPET

UMBERTO ECO

BARBARA ENSOLI

OSCAR FARINETTI

DANTE FERRETTI

ROSARIO FIORELLO

DARIO FO

JANNIS KOUNELLIS

GIANNI LETTA

FRANCESCA LO SCHIAVO

VALERIO MAGRELLI

MANFREDO MANFREDI

FIORELLA MANNOIA

DACIA  MARAINI

ALESSANDRO MICHELE

GIULIANO MONTALDO

ENNIO MORRICONE

RICCARDO MUTI

MIMMO PALADINO

NICOLA PIOVANI

MICHELANGELO PISTOLETTO

GIGI PROIETTI

DANILO REA

EUGENIO SCALFARI

ETTORE SCOLA

PAOLO SORRENTINO

FOLCO TERZANI

GIUSEPPE TORNATORE

OLIVIERO TOSCANI

MARIO TOZZI

UMBERTO VERONESI

E ancora…

CLAUDIO ABATE

MASSIMO AMMANITI

NICCOLO’ AMMANITI

ROBERTO ANDO’

FRANCESCA ARCHIBUGI

LUCA ARGENTERO

ADRIANA ASTI

GIORGIO BARBERIO CORSETTI

STEFANO BENNI

ROBERTO BOLLE

FRANCESCO BONINI

EDITH BRUCK

MARGHERITA BUY

ANTONIO CALBI

PAOLO CANEVARI

LUCIO CARACCIOLO

MASSIMO CARLOTTO

SERGIO CASTELLITTO

LILIANA CAVANI

MICHELA CESCON

LUIGI CONTU

PAOLA CORTELLESI

CAROLINA CRESCENTINI

VIRMAN CUSENZA

SERENA DANDINI

EMMA DANTE

GIANCARLO DE CATALDO

GIUSEPPE DE RITA

PIERA DEGLI ESPOSTI

STEFANO DI BATTISTA

ILVO DIAMANTI

BRUNA ESPOSITO

FABIANO FABIANI

CARLA FENDI

SABRINA FERILLI

GIORGIO FERRARA

LUCIANO FONTANA

PIETRO FORTUNA

CARLA FRACCI

PAOLO FRESU

MATTEO GARRONE

ALESSANDRO GASSMANN

EUGENIO GAUDIO

MASSIMO GHINI

FABRIZIO GIFUNI

ATTILIO GIORDANO

MASSIMO GRAMELLINI

MONICA GUERRITORE

PACO LANCIANO

H.H. LIM

LUIGI LO CASCIO

MARCO LODOLI

PIERO MACCARINELLI

SIMONA MARCHINI

RITA MARCOTULLI

MARIO MARTONE

MARGARET MAZZANTINI

BEPPE MENEGATTI

RICCARDO MILANI

PAOLA MINACCIONI

LAURA MORANTE

ALVARO MORETTI

NICKY NICOLAI

NUNZIO

ERMANNO OLMI

MARIO ORFEO

FERZAN OZPETEK

MARIO PANIZZA

MARINA PARIS

LORENZO PAVOLINI

ALESSANDRO PIANGIAMORE

ENRICO PIERANUNZI

ALFREDO PIRRI

GIOACCHINO PONTRELLI

ELISABETTA RASY

ALBA ROHRWACHER

PIETRO RUFFO

ALESSANDRO RUGGIERI

STEFANIA SANDRELLI

CLAUDIO SANTAMARIA

GIULIO SCARPATI

VITTORIO SERMONTI

MARINO SINIBALDI

KASIA SMUTNIAK

GIOVANNI SOLDATI

DONATELLA SPAZIANI

ELENA STANCANELLI

PAOLO TAVIANI

VITTORIO TAVIANI

FILIPPO TIMI

FRANCESCO TOTTI

FRANCA VALERI

SANDRO VERONESI

PAOLO VIRZI’

 

Ha risposto al nostro appello anche il Ministro dei Beni e le Attività culturali Dario Franceschini, a cui abbiamo chiesto di sensibilizzare il Governo su questa missione: Franceschini ha detto di condividere lo spirito dell’appello che abbiamo promosso per salvare Civita di Bagnoregio e la Valle dei Calanchi per sottrarle dall’assalto delle calamità, degli agenti atmosferici e dall’incuria che rischiano di mettere a repentaglio la storia millenaria e la sua bellezza.

Un lavoro congiunto insieme a Umbria e Toscana per la tutela dello straordinario territorio che ospita civita e che rappresenta un vero e proprio simbolo della bellezza del paesaggio italiano. Abbiamo già contattato i presidenti delle regioni Umbria e Toscana, con i quali lavoreremo insieme nei prossimi mesi.

Cosa chiediamo? Aiuti concreti per salvare Civita. Noi abbiamo puntato i riflettori su questo gioiello del paesaggio italiano, ma da soli non ce la possiamo fare. Ci rivolgiamo quindi all’Unesco per sostenere Civita, non come un luogo a se stante, ma come il fulcro di un “sistema di paesaggi”.

Tante le iniziative che stiamo organizzando. A Civita il 19 giugno celebreremo la bellezza di Civita in una giornata particolare, curata dal progetto Abc sui temi dell’Expo e nell’ambito della valorizzazione dei prodotti locali. torneremo poi il 10, 11, 12 luglio con il meeting dell’animazione, una tre giorni dove sarà proiettato il meglio dei corti in circolazione sul piano internazionale ed esposte le tavole dei principali illustratori.

Questo borgo medioevale è l’emblema dell’unicità del nostro paese: un miracolo architettonico dentro una cornice naturale di straordinaria bellezza. Con questo appello lanciamo un messaggio che non riguarda solo Civita, ma l’intero patrimonio del paesaggio italiano, che va difeso al pari del patrimonio storico e artistico, come ci richiama lo stesso art. 9 della costituzione italiana.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet