17 novembre 2011 Apre la scuola di cinema Gian Maria Volonté Una nuova struttura per la formazione in un settore strategico per il nostro territorio

Inaugurata la Scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volonté, in via Greve, alla Magliana, realizzata dalla Provincia di Roma in partnership con Cinecittà Luce.

Millecinquecento metri quadri tra aule didattiche, laboratori, una mediateca attrezzata e tre aule multimediali, il tutto completato da un teatro di posa, una sala mix e locali ad hoc dedicati a produzione, fotografia, recitazione e persino trucco e sartoria.

In questi locali all’avanguardia si svolgeranno i corsi rivolti a 66 allievi scelti dopo una selezione tra 1200 domande.

“E’ una struttura importante – ha commentato Nicola – perché è un segnale forte che l’arte del cinema porta in periferia. Roma è anche cinema.

“Avviare la formazione dei ragazzi anche grazie agli attori che vi hanno preso parte è un modo per creare i presupposti di una grande opportunità di lavoro per questi giovani – ha aggiunto – dedicare questa scuola ad un grande attore come Gian Maria Volonté è un modo per omaggiare uomini e donne che hanno fatto conoscere l’arte del cinema italiano nel mondo. Questa scuola rappresenta l’idea di città che abbiamo sempre avuto in mente”.

I corsi sono di durata biennale, per un totale di 1.500 ore, e al termine verrà rilasciato un attestato di qualifica di ‘operatore in arti e tecniche del cinema’, con relativo indirizzo in evidenza.

Nel primo anno verranno costituite 3 classi, ciascuna di 22 alunni che avranno la possibilità di formarsi su tutte le materie, dall’ideazione alla post-produzione cinematografica, e di studiare linguaggio e storia del cinema.

Nel secondo anno gli studenti seguiranno un indirizzo di specializzazione tra le 10 aree tecnico-artistiche disponibili: regia, sceneggiatura, produzione, recitazione, fotografia, scenografia, costumi, ripresa, montaggio e mix del suono, montaggio della scena e visual effects design. Ogni classe sarà formata da 6 alunni, eccetto recitazione, che ne accoglierà 12.

“Sono felice – ha commentato Mastrandrea – che sia data la possibilità a parecchie persone di iniziare a rendere pratico il loro sogno nel cassetto, perché i sogni hanno bisogno di concretezza, altrimenti un giorno uno ‘se sveja e come ce rimane?'”.

A chiudere l’incontro Ettore Scola, che ha ricordato come a Roma ci siano tante scuole di cinema “da cui io però – ha sottolineato – mi sono sempre tenuto alla larga, perché i ragazzi pagano quote altissime di 6-8mila euro, sono scuole selettive e di classe. Questo istituto però ha suscitato subito il mio interesse”.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet