24 maggio 2017 Lotta alle disuguaglianze, partiamo dai giovani Bisogna ora avere il coraggio di dare centralità assoluta a questo tema, e di investire con forza e con nuove idee nelle politiche per la formazione e per il lavoro destinate ai più giovani: per dare a tutti, durante l'età scolastica e nella fase di ingresso al lavoro, strumenti utili per costruirsi un futuro e per livellare il più possibile le disparità tra ragazzi che provengono da famiglie e ambienti sociali diversi

Se mai ce ne fosse stato bisogno, l’ultimo rapporto Istat conferma che uno dei principali temi italiani è il permanere e consolidarsi di un’enorme questione giovanile. Dentro un quadro di difficoltà per l’intero paese, chi sta pagando più di tutti il prezzo della crisi che lo attraversa da anni sono proprio le ragazze e i ragazzi. Non tutti.

I dati elaborati dall’Istat dischiudono un panorama desolante, in cui aumentano i livelli di diseguaglianza dei redditi e si rafforza progressivamente la barriera tra chi proviene da ambienti sociali diversi.

In un paese dove 8,6 milioni di persone tra i 15 e i 34 anni vivono ancora nella famiglia di origine (68,1% del totale), i giovani fino a 24 anni sono spesso ancora inseriti nei percorsi di istruzione, ma tra i 25 e i 34 anni i percorsi si dividono sempre di più in base alla famiglia di origine.

Continua a leggere il mio articolo su HuffPost.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica