28 febbraio 2017 La nuova vita delle case cantoniere abbandonate Va avanti il progetto di riqualificazione delle vecchie case cantoniere abbandonate, che si trasformano in spazi per attività culturali e sociali aperti a tutti. Ci sono ancora della case cantoniere disponibili, associazioni ed enti possono inviare la domanda di assegnazione

Quante volte, in macchina, vi è capitato di passare davanti a una vecchia casa cantoniera abbandonata, di quelle rosse, con la scritta “Anas”? Oggi questo patrimonio in abbandono sta rinascendo, le vecchie case cantoniere sparse in tutto il Lazio si trasformano in spazi per attività culturali e sociali aperti a tutti. Ci sono ancora della case cantoniere disponibili, associazioni ed enti possono inviare  la domanda di assegnazione.

Concluso l’iter di assegnazione di sette nuove case cantoniere. Il bando è rivolto ad Associazioni ed Enti senza scopo di lucro per un utilizzo sociale o culturale a un canone ricognitorio.

La Commissione esaminatrice ha giudicato ammissibili i seguenti progetti:

  • Casa di accoglienza per giovani adulti inviati dal Centro di giustizia minorile, il progetto è stato presentato dall’associazione Fiore del Deserto. Casa cantoniera Roma, Via Claudia Braccianese km 9+500;
  • Ipogea, dal mondo sotterraneo al dialogo con la città, presentato dal Circolo speleologico romano per promuovere la ricerca e lo studio della speleologia. Casa cantoniera Roma, in via Tuscolana km11+000;
  • Progetto sociale di riabilitazione per minori e adulti con autismo o disabilità presentato da Alice Cooperativa Sociale. Casa cantoniera Montefiascone (Viterbo), Via Cassia km 94+600;
  • Progetto di integrazione sociale profughi in un’ottica di genere per l’accoglienza, la formazione linguistica e l’inserimento lavorativo di madri profughe con figli minor” presentato da Splendid Società Cooperativa.  Casa cantoniera Nepi -(Viterbo), Via Cassia km 43+297;
  • Punto di primo soccorso, con l’obbiettivo di trattare le emergenze sanitarie non gravi, i cosiddetti ‘codici bianchi’ presentato dall’associazione La Provvidenza. Casa cantoniera Aprilia (Latina), Via Nettunense km 26+600;
  • Centro operativo di protezione civile e di assistenza socio-sanitaria del Radio Soccorso di Anagni. Casa cantoniera Via Casilina km 62+270);
  • Creazione di un Centro polifunzionale – sociale che ospiterà la locale Associazione  Vigili del Fuoco in congedo e la Croce Rossa, il progetto è stato presentato dal Comune di San Donato Val di Comino. Casa cantoniera Via di Forca d’Acero km 29+000.

Le due case cantoniere presenti nel territorio di Rieti sono state rese disponibili per poter fronteggiare l’emergenza conseguente agli eventi sismici o per fini istituzionali e verranno assegnate con successivi provvedimenti.

Le Associazioni e gli Enti interessati possono consultare l’elenco delle undici case cantoniere ancora disponibili sul sito e presentare una richiesta di assegnazione secondo le nuove linee guida.
Per tutte le info vai qui.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica