2 gennaio 2014 Paghiamo alle imprese 8,3 miliardi, tornano gli investimenti e il Pil del Lazio cresce di nuovo Abbiamo ridotto da 12 a 5,5 miliardi il disavanzo della Regione. Oltre ad aver scongiurato il rischio di default abbiamo immesso 8,3 miliardi nel nostro sistema economico. Una vera e propria boccata d’ossigeno per le imprese. Con la nostra nuova politica economica il PIL aumenterà del 3% nei prossimi 3 anni

Quando siamo arrivati alla Regione abbiamo ereditato un bilancio con 12 miliardi di euro debiti commerciali: cioè debiti non pagati con imprese fornitori ed enti locali che a loro volta avevano accumulato altri debiti con i loro fornitori.

Il rischio era quello del crac di bilancio, come la Grecia, cioè di non poter pagare gli stipendi.

Negli ultimi mesi del 2013 abbiamo lavorato pancia a terra per consentire alla nostra regione di voltare pagina. Grazie al cosiddetto ‘decreto 35’, cioè all’accordo con il Governo per il pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione con le imprese abbiamo immesso 8,3 miliardi di competitività nel nostro sistema economico.

In questo modo abbiamo consentito alle imprese di utilizzare queste risorse per nuovi investimenti, salvando posti di lavoro e ricreando un contesto  positivo per  le aspettative di investimento degli imprenditori.

Questi nuovi investimenti significano anche un’altra cosa. Il Prodotto interno lordo del Lazio aumenterà nei prossimi tre anni tra il 2,1% e il 3%.

Queste scelte rappresentano una prima svolta fondamentale per l’economia della nostra regione e per i cittadini. Vogliamo restituire al Lazio il ruolo di locomotiva dell’economia Italia che aveva prima della crisi.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica