4 settembre 2015 Bed and breakfast: più trasparenza e legalità. Il Lazio cambia Con il nuovo regolamento i bed and breakfast potranno finalmente avere dignità di impresa. Significa fare chiarezza in questo settore e mettere fine al dilagare dell'abusivismo a Roma difendendo chi fa impresa in forma regolare e mettendo tutti sullo stesso livello di competizione

Il provvedimento della Regione che regola il funzionamento delle attività extra alberghiere ha l’obiettivo di intervenire sul settore dell’accoglienza in bed and breakfast non certo per impedire lo svolgimento di questa attività ma anzi per sostenerne la funzionalità, la trasparenza e l’efficacia.

Il regolamento distingue fra chi svolge questa attività in forma saltuaria e chi la svolge in forma continuativa, riconoscendo in particolare a quest’ultima categoria d i bed and breakfast la dignità di impresa.

I Bed and breakfast che sceglieranno di divenire “impresa” potranno infatti rimanere aperti 365 giorni all’anno usufruendo anche di un sistema premiante che gli consentirà di mettere a disposizione dei propri ospiti 4 e non più 3 camere, e 8 posti letto invece di 6.

Chi vorrà continuare a svolgerlo l’attività in maniera saltuaria e in forma non imprenditoriale, così come prevedeva anche il precedente regolamento, dovrà rispettare un periodo di attività massimo: 245 giorni l’anno  (rispettando quindi una pausa annuale aumentata di 60 giorni rispetto a quella già imposta dal precedente regolamento) sul territorio del Comune di Roma 275 giorni negli altri Comuni del Lazio.

Ovviamente il regolamento ha anche l’obiettivo di tutelare i tanti gestori di B&B, siano essi attivi in forma continua e saltuaria, combattendo l’abusivismo: un software permetterà di incrociare le licenze di esercizio rilasciate da tutti i Comuni con le strutture presenti nei portali di vendita on line. Il risultato di questo confronto metterà in evidenza chi svolge questa attività in forma abusiva, dando l’avvio a controlli mirati.

Una difesa da parte della concorrenza sleale per le attività di B&B e un garanzia di tutela per i turisti ospiti, grazie anche all’obbligo all’obbligo, per chi affitta o mette a disposizione privatamente camere o appartamenti attraverso portali di vendita on line, di dichiarare di svolgere questa attività compilando un form on line messo a disposizione dall’Agenzia Regionale del Turismo o dal singolo Comune di appartenenza.

 

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet