27 novembre 2014 La Corte dei Conti approva il bilancio 2013: è la vittoria del buon governo Era la prova più difficile e questo grande risultato dimostra che la Corte dei Conti ha riconosciuto la svolta storica che stiamo portando avanti. Continuiamo così anche per il 2014: lo stiamo facendo in tanti modi, ad esempio con la razionalizzazione delle società regionali

Oggi, dopo un attentissimo esame della Corte dei Conti, il nostro rendiconto del 2013 ha ottenuto un giudizio senza rilievi: significa che non dobbiamo tornare in giunta per modificare neanche una virgola. Era la prova più difficile e questo grande risultato è stata  una vittoria del buon governo perché la Corte dei Conti ha riconosciuto la svolta storica che stiamo portando avanti.

Ridotto il debito, siamo partiti da 12,3 miliardi e abbiamo fatto un grande passo avanti perché oggi la Corte ce lo consolida a 9,3 miliardi. Abbiamo ereditato una montagna di debiti ma  abbiamo cercato di pagare il più possibile anche grazie alle anticipazioni del Decreto 35.

Continuiamo così anche per il 2014 e facciamo tesoro delle indicazioni della Corte di Conti per portare avanti il risanamento e superare le criticità. Molte di queste indicazioni le stiamo già mettendo in pratica nel bilancio del 2014: penso al risanamento dei conti e alla razionalizzazione delle società, cose che giustamente la Corte non ha potuto analizzare, perché avvenute a gennaio 2014.

Sono contento per i cittadini e le cittadine del Lazio, perché questo giudizio può riportare orgoglio nell’essere parte di una comunità nei confronti della quale lo Stato inizia a dare giudizi positivi.

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica