15 giugno 2016 La boutique solidale per dare lavoro a rifugiati e senza dimora Qui è successo qualcosa che sembrava impossibile e invece è possibile: uno spazio che era chiuso da due anni e mezzo oggi viene riaperto per un progetto che mette insieme un'opportunità per chi è più debole. Una bella esperienza di solidarietà. Per la prima volta donne e uomini senza dimora, rifugiati e protetti internazionali hanno l'opportunità di misurare le proprie abilità e competenze professionali

Oggi sono stato all’Emporio Savoia, a Roma, qui è successo qualcosa che sembrava impossibile e invece è possibile: uno spazio che era chiuso da due anni e mezzo oggi viene riaperto per un progetto di solidarietà che mette insieme  un’opportunità con la disponibilità della Caritas, un progetto che crea  fiducia nel futuro perché dimostra che se c’è la volontà le cose cambiano e cambiano in meglio.

Una bella esperienza di solidarietà per essere vicini ai più deboli. La boutique propone capi di abbigliamento ricevuti in donazione e rimessi a modello dagli ospiti delle strutture Caritas, ma non solo: ci sono anche prodotti e accessori realizzati da loro, a fronte di un prezzo simbolico. La boutique si trova in via Monza 4 e si inserisce nel progetto ‘Abito Qui’ realizzato dalla Caritas di Roma e dall’Ipab Asilo Savoia.

Per la prima volta donne e uomini senza dimora, rifugiati e protetti internazionali hanno l’opportunità di misurare le proprie abilità e competenze professionali, acquisite nel corso dell’attività svolta all’interno di un laboratorio di sartoria, in un progetto condiviso di cui sono parte attiva e integrante.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica