11 giugno 2012 Caccia F35, una scelta da ripensare In un periodo in cui lo stato taglia anche servizi essenziali ai cittadini, mi sembra una scelta inaccettabile l'acquisto di aerei militari dal costo di circa 20 miliardi di euro

“Mentre con le due manovre economiche estive, per pareggiare i conti dello Stato, si chiedono forti sacrifici agli italiani con tagli agli enti locali, alla sanità, alle pensioni, all’istruzione, il Governo mantiene l’intenzione di procedere all’acquisto di 131 cacciabombardieri d’attacco F35 “Joint Strike Fighter” al costo di circa 20 miliardi di euro (15 per il solo acquisto e altri 5 in parte già spesi per lo sviluppo e le strutture di assemblaggio)”.

Inizia così il testo dell’appello lanciato da Sbilanciamoci! e da Rete Italiana per il Disarmo) affinché il Governo italiano rinunci all’acquisto dei cacciabombardieri F-35 “Joint Strike Fighter”.

In un periodo in cui lo stato taglia anche servizi essenziali ai cittadini, mi sembra una scelta inaccettabile.

E’ importante sostenere questa campagna, il dibattito che sta suscitando sta inducendo il governo a un primo ripensamento, diminuendo da 131 a 90 il numero degli aerei acquistati.

Per maggiori informazioni e per firmare l’appello vai qui.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica