17 ottobre 2014 Legge di stabilità: è come se invito gente a cena, faccio bella figura ma poi paga qualcun altro Con questa legge di stabilità il Governo abbassa le tasse a livello nazionale e le alza a livello locale. Un gioco delle tre carte, non si possono abbassare le tasse nazionali con i soldi delle Regioni

La legge di stabilità presentata dal Governo rischia di avere effetti catastrofici: noi che siamo stati eletti dai cittadini abbiamo il dovere di segnalarli.

Quando il Governo dice ‘tagli ai trasferimenti delle Regioni’ vuol dire taglio ai servizi per i cittadini: significa togliere risorse a ospedali, trasporti pubblici, borse di studio. È matematica: la spesa delle Regioni è per l’80% sanità, per un 10% trasporto pubblico e per un altro 10% tutto il resto. Dire che vuoi tagliare miliardi (che si andrebbe ad aggiungere al miliardo e 600 milioni delle precedenti finanziarie) significa per forza mettere mano ai servizi.

Per molti le Regioni sono il simbolo degli sprechi. In questi anni proprio le Regioni hanno tagliato più dello Stato. Io posso dire con orgoglio di governare una Regione che ha iniziato a pagare i debiti, ridurre la spesa pubblica, eliminando gli sprechi, programmando un taglio sostanziale delle tasse. Nel Lazio abbiamo tagliato 500 poltrone, cancellato enti, moltissime società inutili, autoblu, stipendi, e migliaia di privilegi, risparmiando 400 milioni di euro ogni anno. Una rivoluzione che non si ferma e va avanti. Questi sono i fatti.

Devo difendere i cittadini del Lazio da scelte che vanificheranno gli sforzi che sono stati fatti. Noi abbiamo previsto di diminuire Irap e Irpef dal 2016 se questo sforzo non viene vanificato da una sottrazione di risorse. Eppure anche il commissario alla spending review, Carlo Cottarelli aveva scritto a pagina 3 della sua relazione: “I risparmi ottenuti a livello locale dovrebbero essere usati per ridurre la tassazione locale”. La verità è che con questa legge di stabilità il Governo abbassa le tasse a livello nazionale e le alza a livello locale. Un gioco delle tre carte, non si possono abbassare le tasse nazionali con i soldi delle Regioni.

Io continuo ad avere come obiettivo strategico il risanamento della sanità e l’abbassamento delle tasse per i cittadini del Lazio che mi hanno eletto e sostengo lo sforzo che il Governo sta facendo per cambiare l’Italia. E’ una battaglia che stiamo portando avanti insieme, ma bisogna dirsi quando si sbaglia. Anche noi governatori del Pd abbiamo il dovere di segnalare gli errori che il governo commette.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica