24 maggio 2017 Una grande riforma che rende il Lazio efficiente e competitivo: cancellate 450 leggi inutili Meno burocrazia per rendere più semplice la vita delle persone. Sono soddisfatto, c'è ancora molto da fare ma il cambiamento va avanti!

Cancellate 450 leggi inutili e vecchie di 30 o 40 anni. È una grande riforma che rende il Lazio, la seconda regione italiana, più moderno, efficiente e competitivo. Meno burocrazia per rendere più semplice la vita delle persone. Sono soddisfatto, c’è ancora molto da fare ma il cambiamento va avanti!

Cosa vuol dire tutto questo? Prima di tutto due cose:
  1. Norme più semplici. Con la riduzione del numero delle leggi e eliminando disposizioni di legge regionale desuete, obsolete o superate da normative più recenti.
  2. Procedure più semplici. Con strumenti che rendano più snelli i procedimenti amministrativi, riducendo i tempi di conclusione.

Qualche vecchia legge che abbiamo abrogato? Per esempio quella del 1974 sull’olivicoltura, l’ortofrutticoltura e la floricoltura, oggi disciplinata da una normativa europea del 2013; o quella del 1975 sulla caccia della selvaggina, superata da una legge dello Stato. E ancora, la legge del 1977, n. che regolava il finanziamento degli enti ospedalieri, che sono stati abrogati l’anno dopo con la riforma nazionale del 1978 e che fa riferimento alla contabilità finanziaria, ormai abbandonata nel sistema sanitario regionale.

Ecco come rendiamo tutto più snello, veloce ed efficiente:

  • la ricognizione annuale: entro il 31 maggio di ogni anno, la Giunta procederà con la ricognizione puntuale delle disposizioni di leggi regionali di cui è necessaria l’abrogazione. A questa fase seguirà una proposta di legge con le nuove disposizioni da presentare al Consiglio.
  • i testi unici. Potranno presentarli la Giunta e il Consiglio regionale.  I testi unici, che saranno presentati sotto forma di proposte di legge, si pongono come obiettivo proprio quello della regolamentazione di ciascun settore di materie omogenee.
  • nuovi regolamenti volti per semplificare i procedimenti amministrativi di competenza dell’amministrazione regionale.
  • via 476 tra leggi e diposizioni di leggi regionali. Si tratta di leggi non più applicate, in quanto legate a specifici eventi o iniziative ormai non più attuali, di leggi superate dalla nuova normativa di settore, soprattutto di tipo comunitario, e, più in generale, di leggi e disposizioni di legge che hanno esaurito i loro effetti.

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica