1 marzo 2017 A Bagnoregio la tredicesima Casa della Salute del Lazio Dopo la fase dei tagli e dello smantellamento dell’offerta sanitaria, soprattutto nelle province, siamo in quella della ricostruzione, con servizi nuovi, più vicini alle persone, e alternativi al pronto soccorso. In questa sede, oltre ai servizi di cure primarie saranno presenti un consultorio familiare, un centro di salute mentale, un centro antiviolenza e l’assistenza domiciliare integrata

A Bagnoregio la tredicesima Casa della Salute del Lazio. Un’altra promessa mantenuta. Dopo la Casa della Salute di Soriano nel Cimino, inaugurata ad agosto, apriamo la seconda Casa della Salute in provincia di Viterbo e la tredicesima nel Lazio. Si tratta di una delle principali innovazioni che abbiamo portato e uno dei pilastri in quest’opera di ricostruzione. Dopo la fase dei tagli e dello smantellamento dell’offerta sanitaria, soprattutto nelle province, siamo in quella della ricostruzione, con servizi nuovi, più vicini alle persone, e alternativi al pronto soccorso.

Una struttura importante che gravita nel distretto a di Viterbo con altri 5 comuni dell’alta Tuscia: Bolsena, Castiglione in Teverina, Civitella d’Agliano, Graffignano, e Lubriano e con un bacino di riferimento di oltre 15.000 abitanti. Anche in questa struttura, replichiamo un modello di cure di prossimità che offre ai cittadini servizi differenziati a seconda delle esigenze del territorio, integrando l’offerta con la presa in carico del paziente con patologie croniche e degenerative.

La Casa della Salute è aperta al pubblico tutti i giorni: dal lunedì al venerdì dalle 7,30 alle 18,30; il sabato dalle 7,30 alle 13,30 e si trova a Bagnoregio in via Fratelli Agosti, 6, nell’ex ospedale per acuti chiuso molti anni fa e inserito nei programmi di riconversione della Regione Lazio.

Vai qui per conoscere tutte le info sulle Case della Salute e gli altri servizi  sanitari attivi nel Lazio.

Ecco tutti i servizi a disposizione:

  • interveniamo sulle fragilità: in questa sede, oltre ai servizi di cure primarie saranno presenti un consultorio familiare, un centro di salute mentale, un centro antiviolenza e l’assistenza domiciliare integrata.
  • riduciamo la mobilità passiva di chi ha bisogno di cure: questa casa della salute, per la sua vicinanza a Orvieto, circa 15 km, con le sue attività potrà contribuire alla diminuzione della mobilità passiva, tipica delle zone di confine.
  • un nuovo punto di aggregazione per il terzo settore: coinvolgiamo le associazioni del territorio per attività sociosanitarie e di informazione ai cittadini.

Le Case della Salute già aperte stanno funzionando e diventano sempre di più punti di riferimento per i cittadini: sappiamo perfettamente che la situazione in molti ospedali è ancora difficile, ma stiamo andando nella giusta direzione.

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica