6 ottobre 2017 Sanità: al via al S. Paolo di Civitavecchia il nuovo centro trasfusionale Una struttura di grande qualità per tutte e tutti. Con questo intervento adeguiamo la struttura alla normativa europea sui centri trasfusionali, che richiede alti standard qualitativi, e miglioriamo il servizio offerto ai cittadini

Un altro tassello alla sanità del territorio di Civitavecchia: da oggi apre il nuovo centro trasfusionale sul quale abbiamo investito 900 mila euro. Una struttura di grande qualità per tutte e tutti. Il centro trasfusionale era posizionato al 4° piano e conviveva con altri reparti senza stanze adeguate per i pazienti. Con questo intervento adeguiamo la struttura alla normativa europea sui centri trasfusionali, che richiede alti standard qualitativi, e miglioriamo il servizio offerto ai cittadini.

Riprende a pieno regime l’attività di trasfusione e infusione, che dal 2014 era stata depotenziata per mancanza di spazi adeguati. alcuni pazienti erano costretti ad andare in pronto soccorso per le trasfusioni.

Al via anche un punto prelievi per le analisi all’interno del centro trasfusionale. tra le altre cose dedichiamo uno spazio adeguato anche alla validazione delle sacche a distanza che attraverso un sistema di telemedicina consente l’assegnazione del sangue direttamente al paziente bisognoso.

Il San Paolo di Civitavecchia, un modello di trasformazione e innovazione:

  • 40 stabilizzazioni di precari: ho firmato un decreto ad hoc per la stabilizzazione dei precari di questa struttura. entro la fine dell’anno saranno concluse le procedure di stabilizzazione dei lavoratori precari per 35 unità di personale medico e sanitario + 5 di personale inoltre sono già in corso di pubblicazione le procedure per la stabilizzazione dei rimanenti 13 unità di personale precario in servizio presso la Asl Rm4.
  • il nuovo cup. Lo abbiamo inaugurato a febbraio è dotato di servizi all’avanguardia: il sistema “tupassi” che aiuta a risolvere il problema delle file e “pagaonline” un sistema di pagamento online che sperimentiamo per la prima volta nella Asl Rm5 e che estenderemo presto all’intera regione.
  • 450 mila euro per i nuovi locali per l’osservazione breve intensiva con un massimo di 10 letti a servizio del pronto soccorso. Una misura che aiuterà ad alleggerire la pressione sul pronto soccorso.
  • un nuovo blocco parto: il prossimo mese inaugureremo il nuovo blocco parto per ostetricia e ginecologia grazie ad un investimento misto pubblico privato, Regione e Fondazione Cassa di Risparmio.
  • un nuovo reparto di endoscopia digestiva. A breve partono i lavori di un nuovo reparto di endoscopia digestiva che prenderà il posto del servizio trasfusionale al quarto piano con spazi operatori raddoppiati.
  • 6,3mln all’ospedale di Civitavecchia di fondi ex art. 20 per interventi si sicurezza e messa a norma della struttura.

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet