9 giugno 2017 Regole chiare e più controlli sulle strutture sanitarie per offrire servizi migliori Certezza delle sanzioni e percorsi amministrativi più semplici. Dopo cinque anni cambiano le modalità di controllo sulle strutture che erogano prestazioni sanitarie, per garantire più efficienza e servizi migliori a tutte e tutti

Innovare, modificare  e semplificare le modalità per controllare le attività sanitarie svolte da strutture sia pubbliche che private accreditate. Questo è l’obiettivo del nuovo decreto che, dopo cinque anni, modifica le disposizioni precedenti e si pone l’obiettivo di esaminare almeno il 12,50% delle cartelle cliniche prodotte. Al momento ne vengono controllate oltre 92mila, quattro volte di più rispetto al 2011.

Ecco cosa prevedono i nuovi criteri:

  • percorsi amministrativi più semplici;
  • abolizione del collegio arbitrale;
  • certezza delle sanzioni. L’importo della sanzione alle strutture accreditate si riduce di un terzo se riconosciuta entro 60 giorni. Inoltre, l’importo totale delle sanzioni non può superare il 30% del budget assegnato.

Regole certe e chiare per garantire che faccia parte del sistema pubblico, solo chi è in grado di offrire prestazioni sanitarie adeguate. Ma non solo: in questo modo garantiamo a tutti gli operatori un contesto di riferimento determinato e ben riconoscibile.

Controllare significa migliorare continuamente il servizio pubblico reso. L’obiettivo, in fatti, non è quello di sanzionare, ma di rendere più appropriati gli interventi.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica