13 ottobre 2016 Insieme ad Anas per migliorare e rendere più sicure le nostre strade La convenzione con Anas è il segno la collaborazione tra parti dello Stato non può che passare anche attraverso una revisione delle competenze in un’ottica di semplificazione e gestione unitaria. È un obiettivo che abbiamo fin da quando siamo arrivati e che cambierà e renderà migliore la viabilità in quella che è una delle regioni-cardine del Paese

Andiamo avanti con il lavoro di potenziamento e della messa in sicurezza della rete viaria della nostra Regione: è un obiettivo che abbiamo fin da quando siamo arrivati e che cambierà e renderà migliore quella che è una delle regioni-cardine del paese. Oggi diamo chiarezza di gestione a queste grandi arterie.

Un lavoro tra parti dello Stato: la convenzione con Anas è il segno la collaborazione tra parti dello Stato non può che passare anche attraverso una revisione delle competenze sulle reti viarie in un’ottica di semplificazione e gestione unitaria. La convenzione con Anas riguarda 13 ex strade statali del Lazio che passeranno da Astral, l’azienda strade del Lazio, ad Anas, il tutto in previsione anche del passaggio di almeno 500 km di ex strade provinciali ad Astral:

  • la gestione ordinaria, per conservare lo stato e la fruibilità delle strade e mantenere gli impianti e le opere in condizioni di valido funzionamento e di sicurezza. Quindi attraverso la segnaletica, l’illuminazione, gli impianti elettrici.
  • la manutenzione invernale, per garantire la percorribilità delle strade in sicurezza durante la stagione invernale.
  • sorveglianza e primo intervento nel caso di incidenti con questo atto, la gestione di 13 importanti assi viari del Lazio, per un totale di 481,5 chilometri, viene affidata ad Anas:

In particolare le strade interessate sono:

  • EX S.S. 2 – Via Cassia, da innesto con la S.S. N. 2 BIS a Viterbo
  • EX S.S. 2 BIS – Cassa Veientana da innesto con il G.R.A. a innesto con la S.S. N. 2
  • EX S.S. 3 – Flaminia da a 90 “Grande Raccordo Anulare”, al confine con la Regione Umbria
  • EX S.S. 5 – Via Tiburtina Valeria da a 90 “Grande Raccordo Anulare” al confine con la Regione Abruzzo
  • EX S.S. 6 – Via Casilina (1) da a 90 “Grande Raccordo Anulare” all’innesto con le SS. SS. n. 155 e 156 a Frosinone
  • EX S.S. 6 – Via Casilina (1) dall’innesto con la S.S. 690 presso Cassino al confine con la Regione Campania
  • EX S.S. 148 – Pontina da a 90 “Grande Raccordo Anulare” all’innesto con la S.S.N. 7 presso Terracina
  • EX S.S. 155 – di Fiuggi dall’innesto con la S.S. N. 156 a Frosinone all’innesto con la s.s. n. 214 a Frosinone
  • EX S.S. 156 – dei Monti Lepini da Latina a Frosinone
  • EX S.S. 214 – Maria e Isola Casamari da Sora (Isola dei Liri) all’innesto con l’A1 (svincolo Ferentino)
  • S.S. 260 – Picente dal confine con la Regione Abruzzo all’innesto con la S.S. N. 4 bivio per S. giusta
  • EX S.S. 578 – Salto Cicolana dall’innesto con la S.S. n. 4 presso Rieti al confine con la Regione Abruzzo
  • EX S.S. 690 – Avezzano – Sora dal confine con la Regione Abruzzo a Sora

Una forte interlocuzione tra Regione e Governo sulla rete infrastrutturale del lazio. un rapporto di proficua collaborazione che ha portato, lo scorso maggio, allo sblocco di oltre 1 miliardo di investimenti sulla rete infrastrutturale del Lazio, per il trasporto su gomma e su ferro. Attraverso l’utilizzo di risorse del fondo di sviluppo e coesione, del ministero infrastrutture e trasporti, di Rfi e della Regione abbiamo reperito i finanziamenti per opere strategiche per il Lazio e per il Paese. Tra cui voglio citare: il completamento della Orte-Civitavecchia, la Roma-Latina, 42 milioni di investimenti per la rete viaria, la Roma-Lido, il collegamento Roma-Viterbo, il nodo Pigneto.

 

 

 

 

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica