21 febbraio 2014 Più autonomia per Roma Capitale: cosa cambia Al via una riforma che rende più semplice aprire un'edicola, un bar o un ristorante. Scopri tutti i vantaggi per i cittadini e le imprese

Oggi è una giornata importante perchè si inizia un percorso che si aspettava da vent’anni: si tagliano tanti passaggi burocratici nel campo dell’urbanistica, del commercio, della gestione del demanio, del turismo.

Quali sono i settori interessati?

COMMERCIO

Con nuovi criteri per le autorizzazioni e superando il principio di equivalenza. In questo modo, semplificando tutte le procedure, rendiamo più facile l’apertura di nuove attività sulle aree pubbliche e private. Roma Capitale avrà più autonomia sotto diversi punti di vista.

Ecco qualche esempio:

  • Apertura di grandi strutture di vendita e istituzione, soppressione e spostamento dei mercati, con il passaggio a Roma Capitale dell’intero processo decisionale.
  • Edicole, bar, e ristoranti. Sarà il Comune a determinare tutte le procedure.
  • Distributori di carburante. Sarà Roma Capitale a occuparsi delle concessioni per l’installazione degli impianti, sia lungo il GRA che nei tratti autostradali al suo interno.
  • Riduzione della burocrazia e dei tempi d’attesa per autorizzazioni e concessioni. Chi vuole avviare una nuova attività dovrà confrontarsi solo con Roma Capitale e non più con diversi interlocutori istituzionali.

Roma Capitale potrà garantire una gestione più razionale e controllata delle attività sul territorio, una maggiore valorizzazione delle strutture esistenti, il miglioramento delle infrastrutture e la riqualificazione delle aree periferiche.

 

URBANISTICA

Per dare una risposta più rapida alle necessità dei cittadini e ridurre i tempi d’attesa per la realizzazione degli interventi urbanistici. Anche in questo settore Roma Capitale avrà più autonomia sotto diversi aspetti:

  • Approvazione dei piani attuativi dello strumento urbanistico generale.
  • Determinazione delle tabelle degli oneri di urbanizzazione.
  • Approvazione del programma urbano dei parcheggi.
  • Più veloce approvazione dei progetti per le opere pubbliche.
  • Adozione del regolamento edilizio con soppressione della verifica di conformità della Provincia.

Con questi provvedimenti possiamo assicurare a tutte e a tutti non solo un assetto più razionale del territorio ma anche una migliore localizzazione delle infrastrutture, anche grazie alla riqualificazione delle aree abbandonate o in degrado.

 

TURISMO

Per rafforzare l’immagine di Roma, sostenere le imprese turistiche e offrire servizi migliori ai cittadini e ai turisti. Tante novità anche in questo settore. In particolare, Roma Capitale avrà più autonomia per quanto riguarda:

Definizione e attuazione di progetti e programmi.

  • Agevolazione dell’accesso al credito. Per sostenere le imprese turistiche Roma Capitale farà delle convenzioni specifiche con gli istituti di credito.
  • Rapporti con gli organismi di tutela del patrimonio storico, monumentale, naturalistico e culturale. L’obiettivo è quello di rilanciare il turismo valorizzando le bellezze del territorio.
  • Organizzazione dell’informazione, dell’accoglienza, dell’assistenza e della tutela del turista, per rendere più competitiva la nostra città a livello internazionale e offrire ai turisti informazioni e servizi di qualità.
  • Consulenza e assistenza agli operatori pubblici e privati operanti nel settore.

L’obiettivo di questi provvedimenti è quello di valorizzare il nostro patrimonio, che è una grande risorsa su cui dobbiamo puntare per far ripartire lo sviluppo, e ampliare l’offerta dei servizi per i turisti, consentendo anche a Roma Capitale maggiore autonomia nella gestione dei flussi turistici.

 

BENI STORICI-ARTISTICI-CULTURALI, per valorizzare, proteggere e rendere più accessibile a tutti l’immenso patrimonio artistico e culturale della città, anche attraverso un rapporto più diretto e immediato con lo Stato e con la Soprintendenza speciale di Roma per i beni archeologici. Ecco come:

  • Apposizione di vincoli storico-artistici, vigilanza dei beni vincolati, espropriazione di beni interesse storico-artistico, con proposte dirette allo Stato.
  • Miglioramento della conservazione e della fruizione dei beni.
  • Promozione di scambi socio-culturali bilaterali e multilaterali in favore dei giovani.
  • Accesso agevolato ai beni da parte delle categorie svantaggiate.

Oltre a vigilare sulla conservazione delle nostre bellezze e a tutelarle dal degrado, vogliamo puntare anche a migliorare i servizi e a sviluppare l’occupazione in questo campo. E poi vogliamo sostenere la formazione dei giovani: è importante che conoscano le bellezze del nostro patrimonio.

 

AMBIENTE, per riqualificare il territorio, diminuire l’inquinamento e rendere più accessibili le nostre risorse naturali. In particolare, Roma avrà più autonomia in materia di:

  • Gestione delle aree naturali protette.
  • Risanamento dall’inquinamento elettromagnetico, per la valutazione dei progetti di risanamento.
  • Riduzione e prevenzione dell’inquinamento luminoso, con la determinazione di standard più elevati e la divulgazione delle problematiche e della disciplina in merito.

In questo modo sarà possibile allo stesso tempo tutelare il territorio, proteggere l’ambiente, valorizzare le risorse naturali e migliorare la qualità della vita delle persone.

 

DEMANIO

Per semplificare le procedure, ridurre i tempi di attesa per le concessioni, potenziare l’occupazione e riqualificare le aree demaniali in degrado, valorizzando il litorale. Roma Capitale avrà più autonomia per quanto riguarda:

  • Rilascio delle concessioni, dei beni del demanio marittimo, lacuale e fluviale e anche per l’estrazione di materiale dai corsi d’acqua.
  • Classificazione degli stabilimenti balneari, anche rispetto al rilascio del relativo attestato.
  • Classificazione delle aree demaniali e degli specchi d’acqua, anche in relazione alla valenza turistica.
  • Riqualificare e valorizzare le aree demaniali consentirà anche di migliorare l’immagine e di aumentare il turismo.

Più autonomia a tutti i Comuni, in particolare per quanto riguarda il demanio marittimo, lacuale e fluviale, il commercio e l’ambiente.

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet