25 agosto 2014 Più dignità per 25 mila professionisti della sanità, cure più umane per le persone Da oggi il lavoro e le attività di questi operatori saranno organizzati in modo autonomo da una Direzione specifica per le professioni sanitarie e sociali. È un riconoscimento per migliaia di lavoratori e anche un altro passo avanti per migliorare la nostra sanità e renderla più efficiente e vicina alle persone sul territorio

Dopo 14 anni di attesa diamo dignità a lavoro di 25 mila professionisti della sanità: vuol dire servizi e cure migliori per cittadini.

 

Cosa cambia?

Un’assistenza più vicina e continua. Da oggi il lavoro e le attività di questi operatori saranno organizzati in modo autonomo da una Direzione specifica per le professioni sanitarie e sociali. Queste direzioni saranno indipendenti rispetto ai Dipartimenti Medici e potranno anche essere trasformate in Dipartimenti delle Professioni Sanitarie.

Cosa vuol dire tutto questo?

Più certezze per pazienti  e lavoratori. Migliora l’assistenza, perché infermieri, assistenti sociali, ostetriche e tecnici di riabilitazione  potranno avere un maggiore e continuo contatto con il paziente. E poi introduciamo più chiarezza e trasparenza anche rispetto alle responsabilità di questi professionisti. È un provvedimento che i lavoratori hanno aspettato per anni.

Questo provvedimento è un altro passo avanti per migliorare la nostra sanità e renderla più efficiente e vicina alle persone sul territorio, ma non solo. Si tratta anche di un riconoscimento importante per tanti professionisti che ogni giorno lavorano per assistere al meglio le persone.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet