19 giugno 2015 Ebola: pubblicato su ‘Nature’ lo studio di 8 ricercatori dello Spallanzani È uno studio di enorme rilevanza perché descrive l'evoluzione del virus Ebola dal contagio fino ad oggi. Un grandissimo successo e il risultato di un lavoro eccellente che si è svolto in Italia e sul campo e che rappresenta un vero e proprio orgoglio non solo della nostra Regione, ma anche del ministero della Salute e dell'Oms

‘Nature’, una delle principali riviste scientifiche esistenti, ha pubblicato l’analisi dell’epidemia del virus Ebola tra il 2014 e il 2015, sia da un punto di vista temporale che spaziale.  Fino ad oggi sono oltre 27mila i casi che si sono registrati e le mortalità sono state più di 11mila.

Anche i nostri ricercatori hanno contribuito a questo lavoro così importante sulla più grande epidemia da virus della storia che ha colpito l’Africa occidentale.  La ricerca infatti porta la firma, tra gli altri,  di 8 ricercatori dell’Istituto Spallanzani. Si tratta di uno studio di enorme rilevanza perché descrive l’evoluzione genica del virus Ebola nell’epidemia nelle diverse varianti e sottovarianti, a partire dal contagio, nel dicembre 2013, per la trasmissione da un pipistrello ad un bambino di 2 anni.

Un grandissimo successo e il risultato di un lavoro eccellente che si è svolto in Italia e sul campo: il grande lavoro svolto da tutto l’Istituto  rappresenta un vero e proprio orgoglio non solo della nostra Regione, ma anche del ministero della Salute e dell’Oms. Lo studio offre uno spaccato senza precedenti sull’evoluzione dell’epidemia di febbre emorragica virale  e consente anche di verificare l’efficacia delle misure di controllo che sono state adottate finora.

I risultati dello studio pubblicato su ‘Nature’ ripercorrono attraverso le diverse sequenze virali tutte le fasi, gli spostamenti e le evoluzioni del virus. Un’altra eccellenza di cui siamo orgogliosi.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica