22 novembre 2011 Eroine di Stile in mostra Ferrè, Armani Prada e Gattinoni e altri grandi maestri della moda italiana vestono le eroine del Risorgimento in un percorso tutto al femminile, tra storia e moda. E’ l’esposizione promossa dalla Provincia in occasione de 150 anni dell’Unità d’Italia a Palazzo Altemps , un omaggio alle donne che hanno in qualche modo rappresentato la storia del nostro paese

Un percorso tutto al femminile, tra storia e moda. Un omaggio al coraggio, all’ambizione, alla determinazione delle donne che hanno in qualche modo rappresentato la storia d’Italia. Intellettuali, aristocratiche, donne del popolo, regine e religiose, combattenti e garibaldine. Donne di cuore, di istinto, di cultura.

Sono le ‘Eroine di stile’, artefici di un Risorgimento dimenticato e protagoniste della mostra allestita al museo nazionale romano a Palazzo Altemps.

La mostra promossa dalla Provincia di Roma in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, curata da Stefano Dominella e ideata da Carmela Piccione, è stata presentata da Nicola, Giuliano Amato, presidente del comitato per le celebrazioni del centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia e del vice presidente della Camera di commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti.

L’esposizione mette in mostra abiti d’epoca dedicata alle eroine: da Anita Garibaldi a Cristina di Belgioioso, dalla contessa di Castiglione a Maria Sofia di Borbone. Da Enrichetta Caracciolo a Clotilde di Savoia, fino alle brigantesse Maria Oliverio e Michelina Di Cesare.

Al loro ritratto, sono dedicati gli abiti storici dei grandi maestri della moda italiana: Alessandro Dell’Acqua, Armani, Emilio Pucci, Fendi, Gattinoni, Ferré, Missoni, Laura Biagiotti, Cavalli, Valentino, Ferragamo, Sarli. Ad ognuna delle oltre 70 donne è stato abbinato un abito, a seconda “del loro carattere e della loro personalità”, ha detto Dominella.

Ad esempio, ad Anita Garibaldi è stata abbinata una mise di Laura Biagiotti, rosso fuoco, naturalmente. Mentre Valentino veste la salottiera Olimpia Rossi Savio.

“La ricchezza delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia – ha detto Nicola – è stata quella di non trasmettere solo le date ma soprattutto di avere un approccio curioso, che ha tentato di interessare e coinvolgere tutti all’ atmosfera culturale del Risorgimento. Questa esposizione mette in mostra due pilastri di quell’Italia: le donne e il gusto, l’arte della moda e del design, che hanno accompagnato l’Italia nel corso di questi 150 anni”. 

Anche Clio Napolitano ha partecipato all’inaugurazione della rassegna “E’ una mostra bella, ben fatta – ha detto – corredata da belle fotografie e abiti importanti, indossati su personaggi femminili storici, di cui ho sentito parlare fin da quando ero bambina”.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica