21 ottobre 2011 Fiom: ascoltare i lavoratori La nostra industria è in crisi e bisogna rilanciare gli investimenti in modo più intelligente. Non è vero che non siamo destinati al declino. Ci sono Paesi come India, Cina e Brasile che cercano sul mercato bellezza, cultura e tradizioni enogastronomiche. Un patrimonio di cui l’Italia è ricca e su cui bisogna tornare a investire

Le proteste dei lavoratori che hanno partecipato alla manifestazione della Fiom – ha detto Nicola – vanno ascoltate perché sono figlie di un malessere assolutamente concreto e vero. Tutta l’industria manifatturiera è in crisi: a segnare un’inversione di tendenza sono le aziende italiane che sono molto fondate sull’export perché ci sono angoli del mondo dove l’economia riprende e quindi anche i consumi. Qui in Italia la protesta sociale esplode, noi siamo segnati molto da un bassissimo livello dei consumi. Anche per questo sarebbe opportuno rilanciare un’intelligente spesa pubblica”.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet