31 marzo 2017 Nuova vita per il Forlanini: presto la consultazione online dei cittadini Vogliamo decidere il futuro del Forlanini grazie alla partecipazione e alle idee di tutte e di tutti

L’articolo di Giovanna Vitale, la Repubblica, 31 marzo 2017

Respinta la richiesta di sospensiva avanzata da un comitato di cittadini contro il progetto di valorizzazione dell’ospedale Forlanini, varato a dicembre dalla giunta Zingaretti con l’obbiettivo di sottrarre al degrado l’imponente complesso sulla Via Portuense.

Dove sorgerà una volta che l’iter sarà concluso una grande cittadella degli uffici così come stabilito nella pre-intesa col Mef cui verrà venduto per 70 milioni ( stima che tiene conto degli ulteriori 250 milioni da investire per i lavori di ristrutturazione).

Un’operazione che consentirà allo Stato di diminuire il carico di fitti passivi e decongestionare il centro storico, dove i ministeri sono per lo più concentrati. Il Tar del Lazio ha infatti respinto la richiesta di sospensiva della delibera regionale proposta da alcuni comitati di cittadini, preoccupati per il rischio di speculazione, e ad adiuvandum dal Campidoglio.

Nelle motivazioni dell’ordinanza, i giudici amministrativi hanno sottolineato che l’alienazione dell’immobile «si innesta nel quadro della realizzazione della cittadella della pubblica amministrazione e dei servizi, attraverso la quale sarà possibile riqualificare tutto il patrimonio immobiliare ed il parco circostante, per renderlo fruibile alla collettività con evidenti benefici per tutti». E che quindi «il danno paventato dalla parte ricorrente è in realtà scongiurato proprio dalla esecuzione dei provvedimenti impugnati, mentre il rallentamento della avviata procedura determinerebbe una situazione di stallo e l’inaccettabile protrarsi dello stato di abbandono e inutilizzabilità assoluta del compendio».

Anche perché la procedura intrapresa dalla Regione, «fermo il vincolo di destinazione pubblicistico del complesso immobiliare, è coerente con la normativa di valorizzazione dei beni immobili pubblici».

Soddisfatto il governatore Zingaretti: «L’ordinanza del Tar rafforza la nostra convinzione che bisogna proseguire l`opera di risanamento del Forlanini attraverso un progetto pubblico, con il coinvolgimento delle istituzioni interessate e dei cittadini». Ecco perché, «per ascoltare le esigenze del territorio, lanciamo il portale “Nuova vita per il Forlanini” attraverso cui i cittadini potranno esprimersi su servizi prioritari, tra cui quelli sociosanitari, culturali, relativi all’ordine pubblico e alla sicurezza oltre alla possibile destinazione per sedi amministrative e universitarie». Una destinazione per la verità chiara fin dall’inizio, ma che alcuni comitati e la maggioranza grillina in Campidoglio dubitavano sarebbe stata perseguita. «Ora che il Tar ha sancito che il complesso deve restare pubblico», dice la consigliera Guerrini, «Zingaretti è obbligato a rispettarlo».


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica