2 agosto 2013 Un nuovo modello di sviluppo. Ecco come vogliamo uscire dalla crisi dicendo basta all’assistenzialismo Un esempio? Investiremo 81 milioni di euro per far ripartire l'area di Frosinone e Anagni dove c’è una crisi drammatica che va avanti da molti anni. Tuteleremo i marchi locali, puntando sulla formazione, sulla promozione delle aziende anche all’estero e incentivando la creazione di start up

Nell’area di Frosinone e Anagni c’è una crisi drammatica che va avanti da molti anni. Tante aziende chiudono e sono andati persi molti posti di lavoro.

Per questo investiremo 81 milioni di euro per far ripartire questo territorio, con un accordo tra la Regione e il Ministero dello Sviluppo Economico che ha finanziato questo progetto con 30 milioni di euro.

Vogliamo far nascere un nuovo modello di sviluppo che duri nel tempo, non si tratta solo di salvare aziende e posti di lavoro. Basta con l’assistenzialismo, l’economia si salva indicando nuove prospettive e creando lavoro vero.

Le imprese devono tornare sul mercato con produzioni di qualità. Tuteleremo i marchi locali, puntando sulla formazione, sulla promozione delle aziende anche all’estero e incentivando la creazione di start up.

E’ la dimostrazione che in Italia si può tornare a investire, anche in una situazione di crisi. Sappiamo che non sarà breve far tornare il territorio a crescere, ma la buona notizia è che partiamo dopo sette, otto anni di crisi in cui si è fatto poco, così torna la speranza per tante famiglie.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica