20 luglio 2016 Contro il gioco d’azzardo patologico, non lasciamo solo nessuno L’azzardo patologico è un fenomeno molto grave e molto più diffuso di quanto si immagini su cui è necessario intervenire tempestivamente. Per questo stiamo partendo con una serie di servizi dedicati alle persone e alle loro famiglie, tra cui anche gli sportelli no slot, un numero verde, e una campagna di comunicazione sociale. Dobbiamo fare la nostra parte

Al via la nostra campagna contro l’azzardo patologico. Nel campo delle dipendenze è ora di occuparsi di questo fenomeno molto grave e molto più diffuso di quanto d’immagini e che spesso non fa molto rumore perché sono i poteri criminali che vogliono tenerlo nascosto per non creare allarme. Ma l’allarme sono le vite che spezzano e noi vogliamo cambiare questa situazione cominciando da Roma che essendo una grande metropoli è il luogo in cui questo fenomeno è più presente. Per questo partiamo con una Rete dei servizi dedicata: “non lasciarlo perdere”, la campagna di comunicazione sociale contro il gioco d’azzardo patologico prevalentemente orientata ai social network e ai media online, è solo l’ultima delle iniziative che abbiamo messo in campo per contrastare il fenomeno e prevede anche una serie di affissioni sui mezzi pubblici di Roma.

La Rete regionale degli sportelli “No Slot”.  Abbiamo investito 1 milione di euro per sostenere l’apertura dei punti di ascolto e accoglienza rivolti alle vittime del gioco compulsivo nel territorio di Roma Capitale e in ciascuno degli altri distretti socio-assistenziali della Regione. Le strutture accoglieranno le vittime in cerca di aiuto e i loro familiari e forniranno assistenza riguardo ai servizi socio-sanitari presenti sul territorio, centri d’ascolto, servizi per le dipendenze delle Asl, comunità di recupero. In totale sono 80 i punti di ascolto funzionanti in 7 Municipi di Roma Capitale e in altri 67 Comuni della Regione. Sul sito dedicato è possibile geolocalizzare tutti gli sportelli “No Slot” aperti sul territorio regionale con tutte le info sui giorni e gli orari di apertura.

Entro quest’anno partirà l’Osservatorio regionale per il gioco di azzardo patologico, che potrà proporre progetti e programmi di prevenzione e sarà composto da 15 persone, che offriranno gratuitamente la loro collaborazione, scelte tra esperti, docenti universitari e rappresentanti dell’associazionismo impegnato sul fronte del contrasto a questa dipendenza. Tra le novità anche “slot free-rl” un marchio rilasciato dalla Regione Lazio agli esercenti di esercizi commerciali, ai gestori dei circoli privati e di altri luoghi deputati all’intrattenimento, che non hanno nel proprio esercizio le apparecchiature per il gioco d’azzardo.

Attivato anche un centro di ascolto telefonico, al numero verde 800.001.133: il centro è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, al quale rispondono operatori debitamente formati, con l’obiettivo di fornire assistenza e orientamento al problema e segnalare le strutture assistenziali e le associazioni di volontariato presenti sul territorio. Per il numero verde la Regione Lazio ha stanziato 100mila euro. Inoltre, per il 2016 la Giunta ha già stanziato per tutti i servizi un ulteriore finanziamento di 550mila euro.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica