21 novembre 2011 Giovani per le Olimpiadi Roma 2020 La Provincia punta sui giovani come sponsor e testimonial principali delle Olimpiadi di Roma 2020 con un’iniziativa che coinvolge anche le scuole, perché lo sport è un’eccezionale momento di incontro, aggregazione e di scambio

Si chiama ‘Giovani Roma 2020’ ed è l’associazione nata per promuovere la partecipazione dei giovani alla candidatura di Roma ai Giochi Olimpici e Paralimpici del 2020.

L’associazione, che gode del sostegno della Provincia di Roma, si pone come il punto di incontro tra il mondo giovanile e il Comitato promotore dei Giochi, con la consapevolezza che l’avvicinamento e la collaborazione di questi due soggetti renda più forte la candidatura.

Sul sito www.giovaniroma2020.it sono online i contenuti generati dall’associazione e dagli utenti, con notizie in tempo reale, documenti sull’evoluzione della candidatura e sui piani di sviluppo della città, forum e miniblog con le proposte degli utenti.

Il progetto prevede inoltre una serie di lezioni da tenere nelle scuole superiori di Roma e provincia per presentare e discutere i temi salienti su Roma 2020. La prima lezione si svolgerà a dicembre e sarà tenuta da Nicola, Mario Pescante e dal professor Umberto Gentiloni.

Saranno organizzate poi conferenze, seminari e altre iniziative nelle università, per coinvolgere studenti e ricercatori nello studio dei piani di sviluppo della città per la candidatura ai Giochi. Con il progetto web ‘Ambasciatori nel mondo’, infine, si informeranno i giovani di ogni parte del mondo sulle attività dell’associazione Giovani Roma 2020, sul lavoro del Comitato promotore e sullo sforzo di Roma e dell’Italia di condurre al meglio la candidatura olimpica.

“Questo progetto – ha spiegato Nicola – vuole rendere più forte la candidatura la Roma alle Olimpiadi ed i protagonisti, oltre alle istituzioni, saranno i cittadini. Ci è arrivata una email da un gruppo di giovani, e noi li abbiamo coinvolti: saranno loro a gestire per la Provincia la promozione dell’evento tra i ragazzi. Noi siamo felici per due motivi: ci siamo aperti alla voglia di fare dei giovani romani, li ho visti al lavoro e sono bravissimi; sono convinto che con il lancio di questa iniziativa nelle scuole il cuore olimpico di Roma sarà più forte”.

Per il presidente del Coni, Gianni Petrucci: “Quando si parla di Olimpiadi si parla di tutto: ogni quattro anni è la manifestazione più importante del mondo perché si rilancia l’economia di una città e di un Paese. Non sono preoccupato adesso – ha aggiunto Petrucci – chi mi vuole scoraggiare non mi scoraggerà, perché con le Olimpiadi si rilancia l’economia del Paese. Sappiamo benissimo che i problemi dell’Italia sono più importanti dello sport, ma le Olimpiadi vanno al di là dell’aspetto sportivo”. Mario Pescante ha sottolineato che “questo progetto è nato con gli insegnanti. Adesso faremo una specie di assemblea: loro vogliono che sia un’Olimpiade a dimensione umana che torni ai vecchi valori, e Roma è la sede ideale, perché ha lasciato il segno dell’Olimpiade del ’60, fatta di storie di atleti e di cui si parla ancora. Credo che come città Roma, storicamente e culturalmente, abbia questo discorso nel suo Dna. Se questo messaggio lo danno i giovani, parlando con altri giovani – ha concluso – fanno capire che questa è una battaglia per restituire i giusti valori alle Olimpiadi”.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet