3 giugno 2012 Il nostro impegno contro la mafia Alla Provincia di Roma l'impegno contro la mafia è costante e quotidiano. Lo portiamo avanti attraverso attività diverse. Per esempio con la Consulta antimafia, che mette insieme tanti soggetti, perché la lotta alla mafia non può essere delegata a un eroe. O con la creazione di una struttura che controlla che gli appalti si svolgano correttamente. O ancora con il potenziamento del numero verde per dare assistenza alle vittime dell’usura, un tema sempre più sentito in tempo di crisi

Sono tanti gli impegni che alla Provincia abbiamo preso contro le mafie e per la legalità.

Roma da qualche anno viene vista, infatti, come una piazza dove le mafie possono investire. Basta vedere i negozi che cambiano continuamente proprietario, gestione e metodo.

La lotta alla criminalità non può essere lasciata solo alle forze dell’ordine, serve la partecipazione, di tutti: delle istituzioni, dei commercianti, dei cittadini.

Alla Provincia di Roma l’impegno è costante: ecco alcune delle iniziative che abbiamo messo in campo, puntando puntano sul coinvolgimento dei giovani, sulla cultura, sul dialogo e sul contrasto del crimine attraverso la prevenzione e il controllo del territorio:

La Consulta Antimafia: perché la lotta alla mafia non può essere delegata a un eroe

Nel marzo 2012 abbiamo dato vita alla Consulta Antimafie della Provincia di Roma, la prima in Italia. con l’obiettivo di chiamare a raccolta associazioni, sindacati e istituzioni, per dire no alle mafie e promuovere una cultura della legalità.

La lotta alla criminalità, infatti, non può essere delegata a un eroe ma tutti devono contribuire, chi lavora nelle istituzioni, le associazioni che si vogliono ribellare, le forse dell’ordine o i commercianti che sono sotto assedio.

Il suo obiettivo è quello di stroncare attraverso un’attenta opera di monitoraggio, la nascita dell’economia criminale che uccide quella sana, umilia gli esercenti e i commercianti onesti, occupando i nostri quartieri e rischiando di coinvolgere i più giovani.

Uno strumento importante per aiutare il contrasto alle economie criminali, a cominciare dalla trasparenza dei beni confiscati.

La Stazione Unica per controllare gli appalti

In collaborazione con la Prefetturaè nata la ‘Stazione Unica Appaltante’, che effettua un monitoraggio su indizione e aggiudicazione delle gare per le opere pubbliche. Un servizio a disposizione di tutti i Comuni del territorio in un settore delicatissimo come quello degli appalti e delle gare della Pubblica Amministrazione.

La lotta all’Usura, dalla parte delle vittime

800.93.93.96 è il numero verde gratuito che puoi chiamare per chiedere un aiuto anche attraverso il servizio di consulenza legale. Un osservatorio privilegiato dei rischi che, soprattutto in un momento di crisi economica, corrono le persone e le imprese. Un modello innovativo viene anche dall’accordo portato avanti con alcuni Comuni che prevede una procedura di sgravi fiscali a favore di chi denuncia.

Cultura e partecipazione per i più giovani

“La cultura dà la sveglia alle coscienze e strumenti di libertà alle persone, è il termometro dello stato di salute della democrazia”. A sottolinearlo, in più occasioni, è stato il presidente di Libera, don Luigi Ciotti. Per questo abbiamo coinvolto in percorsi di conoscenza anche gli studenti delle scuole medie e superiori.

Anche la musica ha fatto la sua parte con i ‘Concerti contro le mafie’, grazie ai quali decine di band giovanili si sono sfidate con canzoni sul tema della legalità e della lotta alle mafie e hanno avuto la possibilità di esibirsi su un grande palcoscenico proponendo i propri brani.

Per sensibilizzare le persone sulla cultura della legalità abbiamo promosso la mostra gratuita ‘Il mio sguardo libero, volto per la legalità’ con le foto dei protagonisti della lotta al crimine organizzato, allestita pressola Stazione Termini.

Lezioni Civili per ricordare Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

Una mostra fotografica e una serie di “Lezioni Civili” con i grandi protagonisti della battaglia per la legalità. Così abbiamo scelto di ricordare Giovanni Falcone e Paolo Borsellino a vent’anni di distanza dagli attentati di Capaci il 23 maggio e via D’Amelio, il 19 luglio 1992.

Roma contro le mafie, fiaccolata per la legalità

Poco più di un anno fa siamo scesi in piazza con ‘Roma contro le mafie’, una fiaccolata per la legalità, la sicurezza e lo sviluppo, per affermare la presenza delle istituzioni e gridare insieme a tanti romani che la  mafia va cacciata dalle nostre città.

Prodotti tipici del territorio per la lotta alle mafie

L’occasione arriva dalla raccolta fondi per il recupero e  la gestione di patrimoni sottratti alla mafia e restituiti alla collettività grazie alle battaglie di Libera. I prodotti coltivati sui terreni confiscati alle mafie, si possono acquistare  a Palazzo Incontro, in via dei Prefetti, al centro di Roma dove la Provincia ospita la ‘Nuova Bottega dei Sapori e dei Saperi della Legalità’ dell’Associazione Libera.

A Roma non ci sarà mai spazio perché la criminalità si radichi. Dobbiamo dirlo con forza.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica