22 ottobre 2011 Il Pd può discutere, unire e innovare Cittadini e amministratori raccontano e dimostrano che fare una politica trasparente, innovativa e vicina alle persone è possibile. C’è un altro modo di dare un contributo autorevole, che va oltre divisione e lacerazione, come hanno fatto Debora Serracchiani e Pippo Civati

Il tema delle alleanze del Pd cambia se noi ci presentiamo a questo dibattito più forti e radicati”. Lo ha detto Nicola che ne ha parlato, a Bologna, all’iniziativa ‘Il nostro tempo’.

Nicola ha invitato ad andare oltre “gli schemini sulle alleanze, se andiamo con Vendola o con Casini”. Questo “non è un tema banale – ha continuato – che cambia se il Pd si presenta al dibattito forte di un radicamento sociale e di una rappresentanza che condiziona anche lo scenario politico”.

“Evviva Debora e Pippo, bravi perché – ha spiegato Nicola – stanno dimostrando una cosa semplice ma rivoluzionaria e cioè che è possibile discutere, è possibile unire ed innovare, un grande elemento per un movimento in questi anni troppo diviso e troppo lacerato“.

Parlando inoltre di riforme istituzionali ha aggiunto: “Dobbiamo rompere lo schema dove ci sono tutti gli enti che fanno un po’ tutto, una grande riforma da fare è la competenza unica, dove un ente decide e un ente controlla. La semplificazione vera, poi, non è tanto nell’abolizione degli organismi eletti dai cittadini, ma in quelli nominati della politica, rimettendo le responsabilità nelle mani di chi è stato eletto”.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica