13 settembre 2016 Dopo il sisma, il futuro passa dalla rinascita delle imprese Fin dal giorno del terremoto, autorità locali, Regione Lazio, governo, Protezione Civile, sono impegnati a mettere in piedi una soluzione alternativa per le imprese colpite dal terremoto. L’idea è quella di formare una sorta di "parco economico" con edicole, ristoranti, imprese, negozi. In un secondo momento il piano prevede il trasferimento delle attività in moduli più solidi

di Daniele Autieri, la Repubblica, 13 settembre 2016

Ripartire dalle imprese. Alberghi, ristoranti, agricoltura, commercio: il domani delle comunità colpite dal sisma del 24 agosto passa attraverso la rinascita delle attività imprenditoriali. Nella zona di Amatrice, si concentrano 380 imprese attive ( ad Accumuli le attività imprenditoriali sono 40). Di queste, 150 operano nel settore agricolo, 50 nel commercio e il resto m servizi vari, costruzioni e manifattura. «Ad Amatrice – spiega l’assessore al commercio del comune. Bruno Porro – oltre il 90% delle attività commerciali era su corso Umberto I, un cumulo di macerie. Siamo impegnati a individuare una zona alternativa dove far ripartire le attività».

Fin dal giorno del terremoto, autorità locali, Regione Lazio, governo, Protezione Civile, sono impegnati a mettere in piedi una soluzione alternativa per le imprese colpite dal terremoto. È stata individuata, a ridosso della zona rossa, un’area da destinare alle attività imprenditoriali. Venerdì scorso il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, insieme all’assessore al commercio, ai rappresentanti della Regione Lazio e del governo, ha fatto un sopralluogo dell’area dove installare i prefabbricati   in legno in grado di ospitare gli imprenditori. Una specie di “parco economico” con edicole, ristoranti, imprese, negozi. In un secondo momento il piano prevede il trasferimento delle attività in moduli più solidi, simili a quelli abitativi, sempre nell’attesa della ricostruzione.

Sulla sfida è impegnata una task force con l’assessore all’agricoltura della Regione, Carlo Hausmann, l’assessore al Lavoro, Lucia Valente, quello alle attività produttive. Guido Fabiani, insieme ai rappresentanti dei ministeri del Lavoro, dell’Agricoltura e dello Sviluppo. Il governatore Zingaretti, che coordina l’attività della regione Lazio e in questi giorni ha seguito direttamente tutti i sopralluoghi, commenta: «Dopo aver soccorso, messo in sicurezza e assistito gli abitanti di Amatrice e Accumuli, abbiamo subito pensato a ri-   sollevare e sostenere le imprese e le aziende della zona. Perché quell’area rinascerà ancora più forte solo se il tessuto economico ed agricolo, le aziende e i negozi, i ristoranti, gli alberghi e i bed & breakfast ripartiranno».

L’agricoltura è uno dei settori più critici. Oltre ad Accumuli e Amatrice, sono 69 in tutto le frazioni colpite dal terremoto. Al loro interno erano attive cooperative agricole, allevamenti, agriturismi, che oggi hanno bisogno del sostegno pubblico. L’assessorato all’Agricoltura della Regione insieme all’Arsial, l’azienda regionale guidata da Antonio Rosati, hanno messo a disposizione degli imprenditori due camper, ad Accumuli e Amatrice, dove viene fornita assistenza tecnica agli agricoltori, valutati i danni e predisposte le richieste di risarcimento.

In questi giorni arriveranno i  primi fondi stanziati dal ministero per l’installazione di 7mila metri quadri di ricoveri e tensostrutture per il bestiame. Le autorità sono al lavoro con le banche, per attivare fondi di garanzia del credito che permettano alle imprese di avere la liquidità per ripartire.   Sul fronte del lavoro, l’assessore Valente sta dialogando con il ministro Potetti per mettere a punto un piano di interventi immediati. Tra questi, i tecnici prevedono l’introduzione di strumenti di sostegno al reddito e l’incremento degli ammortizzatori sociali. Nello stesso pacchetto saranno previste misure per le partite Iva e gli imprenditori. Oltre alle autorità, alle attività di recupero imprenditoriale della zona stanno partecipando anche le associazioni di categoria, dalla Cna a Confcommercio fino a Confartigianato. Tutte impegnate in una corsa contro il tempo per offrire alle persone colpite dal sisma un’occasione di rilancio.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica