30 marzo 2012 In mostra i volti della legalità Alla stazione di Roma Termini un’esposizione con le immagini di uomini e donne che ogni giorno dimostrano la possibilità di dire no alla mafia, dando una testimonianza viva di una scelta di campo, quello della legalità. L'esposizione, organizzata dalla Provincia di Roma, rimarrà aperta fino al 30 aprile

Magistrati, scrittori, giornalisti e imprenditori ma anche insegnanti, sacerdoti e rappresentanti di associazioni e delle istituzioni: 41 volti di persone note e meno note che operano per la legalità nella lotta alle mafie.

Sono i protagonisti della mostra ‘Il mio sguardo libero-Volti per la legalità’, un’esposizione itinerante che può essere visitata sta girando tutta l’Italia e che è organizzata dalla Provincia di Roma e da Grandi Stazioni, gruppo delle Ferrovie dello Stato.

Tra i volti ritratti quelli del fondatore di ‘Libera’ don Luigi Ciotti, del procuratore aggiunto della procura distrettuale antimafia di Palermo Antonio Ingroia, del questore di Caserta Guido Longo e dello scrittore Roberto Saviano.

Perché questa mostra?

E’ soprattutto nei periodi di debolezza economica che proliferano gli affari della criminalità organizzata per questo l’attenzione sui fenomeni mafiosi deve essere mantenuta sui massimi livelli di guardia”.

La cultura della legalità deve diventare patrimonio di tutti. Una mostra in un luogo simbolo di Roma come la stazione Termini permette a chi parte e a chi arriva nella nostra città di trovare una testimonianza viva di una scelta di campo, quello della legalità; una galleria di volti di cittadini che scelgono di impegnarsi in prima persona.

Una delle cose che ha devastato questo paese è l’illusione della convenienza dell’egoismo, queste persone invece propongono il modello di vita della condivisione. A Roma da 2-3 anni viene vista come una piazza dove le mafie possono investire nella criminalità. Basta vedere i negozi della città che cambiano continuamente proprietario, gestione e metodo.

Io sono convinto che di queste cose bisogna parlare, lo abbiamo fatto con la fiaccolata contro le mafie a luglio e pochi giorni fa con l’ istituzione della Consulta antimafia della provincia. Tutti insieme siamo molto più forti della mafia.

Spero ti possa interessare e che vorrai anche tu sostenere la diffusione di una cultura della legalità, anche condividendo la notizia di questa mostra.

Nicola

Info:
Dove: Roma, Atrio Stazione Termini
Quando: dal 30 marzo al 30 aprile
Ingresso: libero

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet