3 dicembre 2016 34 milioni per sostenere centinaia di progetti rivolti alle persone disabili Investiamo sui progetti individualizzati di inclusione sociale, lavorativa e abitativa, in particolare per i giovani con disabilità. L’obiettivo è quello di sviluppare in tutto il Lazio un modello di intervento che metta le persone con disabilità in condizione di avere la maggiore autonomia possibile per quanto riguarda tutti gli aspetti della propria vita: dalla salute alla casa, dalla mobilità al lavoro

Dalla Regione una serie di azioni destinate ai progetti di inclusione sociale e di assistenza per le persone con disabilità, in particolare per i giovani. L’investimento complessivo ammonta a 34,2 milioni. L’obiettivo è quello di sviluppare in tutto il Lazio un modello di intervento che metta le persone con disabilità in condizione di avere la maggiore autonomia possibile per quanto riguarda tutti gli aspetti della propria vita:  dalla salute alla casa, dalla mobilità al lavoro.

Ecco cosa prevede il piano:

  • 800 progetti di inclusione sociale per i prossimi tre anni. I progetti, finanziati con 10 milioni di euro, saranno destinati ad altrettanti giovani-adulti tra i 18 e i 35 anni con disabilità fisica, psichica o sensoriale o con disagio psichico medio-grave.
    quali sono i progetti che saranno sostenuti? Avranno tutti una durata di 12 mesi, per un totale di 600 ore di attività, e riguarderanno l’orientamento e il counseling, progetti individualizzati di accompagnamento formativo e lavorativo, sostegno psicologico e familiare e laboratori di sviluppo delle competenze personali.
  • progetti dedicati alla vita indipendente delle persone con disabilità. Tra le altre cose, la Regione ha stanziato 2,5 milioni (1,9 dal Fondo nazionale non autosufficienze e 600mila euro dal bilancio regionale) per l’avvio in 20 distretti socio-assistenziali del Lazio, a partire dal 1 gennaio 2017, di progetti sperimentali per la vita indipendente delle persone con disabilità. Lo stanziamento si aggiunge ai 3 milioni di euro già finanziati nel 2014 e nel 2015: in questo modo la sperimentazione per la vita indipendente verrà estesa a tutti i distretti del Lazio e offrirà a circa 2000 persone con disabilità un servizio di presa in carico e di assistenza personalizzata e la possibilità di accedere a programmi di housing e co-housing.
  • attività dei distretti socio-assistenziali: 14,1 milioni sono stati destinati al finanziamento dei progetti individuali di assistenza alle persone con disabilità gravissima, 6 milioni andranno per i progetti di reinserimento sociale, lavorativo e abitativo delle persone con disagio psichico arrivate a conclusione del percorso terapeutico e altri 1,6 milioni sono stati destinati al rifinanziamento dei servizi per le persone con morbo di Alzheimer nei distretti che avevano già esaurito i fondi a disposizione.

Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica