20 ottobre 2015 Strade e infrastrutture: terminiamo opere incompiute da anni La Rieti-Torano, la nuova tangenziale dei Castelli, la SS Monti Lepini, la Orte-Civitavecchia: sono solo alcune delle principali arterie che completiamo dopo anni per garantire a tutte e a tutti il diritto di spostarsi al meglio. Scopri tutti gli interventi che stiamo realizzando

Da quando siamo arrivati siamo al lavoro in tanti modi anche per migliorare le infrastrutture e le strade del Lazio. Non è stato facile, specialmente in un momento difficile come questo dal punto di vista della disponibilità delle risorse e anche per il fatto che non possiamo usare i fondi europei per realizzare infrastrutture viarie e stradali. Oggi abbiamo presentato sei interventi fondamentali che toccano tutte le  province del Lazio,

Abbiamo sbloccato e concluso opere incompiute da anni. È stato possibile perché abbiamo portato a termine i lavori di tante infrastrutture. Siamo partiti dalle priorità e ci siamo concentrati in particolare su alcuni interventi, ecco qualche esempio:

La Rieti-Torano: sarà inaugurata per prima, entro il mese di novembre, con la conclusione del primo tratto di 3,1 km, da Villa Grotti a Grotti di Cittaducale: in questo modo il traffico, soprattutto quello pesante, da Umbria e Abruzzo, viene dirottato direttamente sulla dorsale appenninica senza dover passare per il Grande Raccordo Anulare di Roma. Il costo complessivo dell’opera, iniziata nel 2006, è di 28,4 milioni di euro.Per realizzare quest’opera abbiamo anche recuperato circa 14 miloni di fondi regionali che erano finiti in perenzione.

La nuova tangenziale dei Castelli: sarà inaugurata tra dicembre 2015 e gennaio 2016 e comprende un tratto di  2,7 km da Albano ad Ariccia. Concludiamo così un intervento da 220 milioni di euro iniziato 14 anni fa che ci permetterà di decongestionare il traffico di attraversamento nel comune di Albano.

La SS Monti Lepini: sarà riaperta a febbraio del prossimo anno, inauguriamo il secondo lotto, di 6,7 km, che permetterà di evitare il centro di Sezze e garantirà agli automobilisti con uno scorrimento veloce e una maggiore sicurezza stradale. Sul primo lotto, di 9,2 km, che è già aperto al traffico, Astral ha effettuato una serie di interventi per risolvere il problema dei furti di tombini e dell’illuminazione della galleria. Si tratta di un’opera avviata nel 2002 che ha visto l’impiego di 110 milioni di euro in totale.

La Orte-Civitavecchia: partirà a breve il cantiere nel tratto Cinelli-Monteromano. Si tratta di un’opera strategica per il Lazio. La progettazione si è conclusa nei tempi previsti ed entro la fine del 2016 ci sarà la consegna dei lavori.  In questo caso il finanziamento è interamente regionale e pari a 117 milioni di euro.

Gli altri interventi che stanno per partire Abbiamo già avviato i bandi di gara per la realizzazione dei lavori relativi alle frane di Frosinone e Pontecorvo.  In particolare, per la frana del viadotto Biondi di Frosinone la gara sarà bandita entro i primi di dicembre e i lavori partiranno in primavera. L’investimento previsto è di 3,5 milioni di euro e la durata stimata dei lavori è di circa 20 mesi. Per la Frana di via Lungoliri a Pontecorvo la gara sarà bandita entro i primi di dicembre e i lavori partiranno in primavera. L’investimento previsto è di 1,6 milioni. La durata stimata dei lavori è di 13 mesi.

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica