13 settembre 2016 Industria 4.0: l’innovazione digitale e la scommessa del Lazio Il Lazio sarà tra le regioni capofila nell'innovazione digitale delle piccole e medie imprese attraverso la creazione di un "hub", un polo-snodo regionale che unirà il mondo delle aziende a quello della ricerca e delle Università, nell'ambito di un network europeo di eccellenze

di Marialuisa Di Simone, La Repubblica, 13 settembre 2016  

II Lazio sarà tra le regioni capofila nell’innovazione digitale delle piccole e medie imprese attraverso la creazione di un “hub”, un polo-snodo regionale che unirà il mondo delle aziende a quello della ricerca e delle Università, nell’ambito di un   network europeo di eccellenze. Il progetto si chiama “Cicero Region of Lazio – Cps/Iot, Ecosystem of Excellence for Manufacturing Innovation”. È coordinato dalla sezione Information Technology di Unindustria ed è sostenuto dalla Regione. «Confindustria l’ha inserito tra i progetti pilota sui territori per la realizzazione di una delle infrastrutture abilitanti del piano nazionale Industria 4.0, annunciato dal ministro Calenda», spiega Vittoria Carli, presidente della sezione It di Unindustria.

«Su input e con il sostegno di Csit, la federazione di Confindustria dei servizi innovativi e tecnologici, abbiamo risposto al bando dell’Ue “I4MS” e siamo stati scelti con altre quattro Regioni italiane – Piemonte, Emilia-Romagna, Marche, Puglia insieme a 24 Innovation Hub europei per guidare le Pmi nella trasformazione digitale». Cicero si concentra sull’ “Internet delle cose”, perno dell’intera operazione Industria 4.0. Unindustria ha sei mesi per realizzare uno studio di fattibilità su come strutturare l’ “hub” regionale che presenterà alla Commissione Ue, e per individuare le best practice provenienti dai settori produttivi manifatturieri più rilevanti della regione.

L’obiettivo è la costruzione di una rete innovativa internazionale capace di aggregare competenze e specializzazioni per sostenere le Pmi nella sfida digitale, così da migliorarne produttività e competitività in uno scenario europeo sempre più all’avanguardia. «II paradigma “lot/Cps” avviato ne! Lazio è una tecnologia chiave nella trasformazione verso Industria 4.0», si legge in una nota di Unindustria. «Consente una ricca serie di opportunità in termini di funzionamento, con applicazioni come la manutenzione a distanza, la catena dei fornitori intelligente, il controllo della produzione decentrata».

Altrettanto rilevante è la svolta verso nuovi modelli di business che si accompagna all’innovazione dei prodotti, che diventano “intelligenti” così come i servizi. «Gli hub regionali accompagneranno le Pmi verso la quarta rivoluzione industriale», riprende Carli. «Sarà un’evoluzione che partirà dai territori per venire incontro alle esigenze del mondo produttivo».

 

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica