23 gennaio 2013 La Regione cancella l’assistenza ai ragazzi ciechi per 400 famiglie C’è una legge che obbliga la Regione a portare avanti questo servizio, tagliato solo a causa della cattiva gestione di questi anni. L'Ipab Sant'Alessio, infatti, ha un enorme patrimonio immobiliare, eppure non riesce a garantire l'assistenza ai cittadini

Dall’inizio dell’anno il servizio di assistenza domiciliare e di centro diurno per ragazzi ciechi o ipovedenti gravi è stato cancellato per 400 famiglie del Lazio.

La Regione, infatti, ha tolto i fondi all’Ipab Sant’Alessio che si occupa del servizio. Una scelta sconcertante e che non ha alcuna motivazione.

C’è una legge che obbliga la Regione a portare avanti questo servizio, cancellato solo a causa della cattiva gestione di questi anni.

Abbiamo incontrato alcune di queste famiglie, abbiamo detto loro che nel nuovo modello di sanità che vogliamo una cosa del genere non potrà più accadere.

Alle famiglie di questi ragazzi diciamo di resistere, tra un mese cambia tutto.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet