19 luglio 2016 Sociale, dopo 16 anni finalmente la nuova legge. Un altro impegno mantenuto Grazie alla legge sono più forti molti impegni in diversi ambiti che possono contare su maggiori garanzie e servizi migliori e sempre con lo stesso obiettivo: essere vicini a tutte e a tutti con servizi migliori e più vicini alle persone, qui tutte le info

Dopo 16 anni il Lazio finalmente ha una legge sulle politiche sociali. È incredibile che nessuno ci fosse mai riuscito prima, finalmente abbiamo messo al centro chi ha più bisogno. Siamo soddisfatti del lavoro che abbiamo portato avanti e possiamo dire con orgoglio che questo è un altro impegno mantenuto.

Il nostro obiettivo è stato quello di riformare il welfare. Un welfare che si pone accanto a chi non ce la fa da solo fornendogli gli strumenti per riconquistare la propria autonomia e la propria dignità. Grazie alla riforma questo avverrà in un’ottica di integrazione fra tutti i servizi alla persona, dal sociale alla sanità, dall’istruzione alle politiche abitative e lavorative. Grazie alla legge sono più forti molti impegni in diversi ambiti che possono contare su maggiori garanzie e servizi migliori e sempre con lo stesso obiettivo. Un progetto di riforma dedicato ai più fragili, per garantire a queste persone un welfare non orientato all’assistenzialismo ma incentrato sull’inclusione sociale.

Vogliamo essere vicini a tutte e a tutti:

  • alle mamme, con nuove tutele sulla gravidanza e sulla maternità
  • alle famiglie numerose
  • alle persone disabili, con reti di sostegno e strutture dedicate
  • alle famiglie che assistono a casa persone anziane
  • a chi combatte contro la dipendenza dal gioco d’azzardo

Da oggi possiamo garantire servizi migliori e più vicini alle persone, e lo facciamo in tanti modi:

  • centri di accoglienza residenziali o diurni
  • servizi per le donne vittime di violenza
  • supporto alle famiglie, con sostegno alla maternità e paternità e mediazione familiare
  • aiuti alle persone con difficoltà economiche e lavorative
  • assistenza a migranti e minoranze

Spendiamo meglio i soldi dei cittadini, investiamo più risorse e miglioriamo l’assistenza e i servizi.  Il Consiglio regionale e l’intero mondo del sociale del Lazio hanno lavorato insieme: Regione, Comuni, operatori socio-assistenziali, associazioni, terzo settore hanno portato avanti un lavoro comune che ora continuerà con la predisposizione del Piano sociale regionale, il nuovo strumento di pianificazione delle politiche sociali introdotto dalla riforma: l’impegno della Giunta è di approvarlo entro la fine dell’anno.

E tra le altre cose da oggi i comuni avranno più certezze e la gestione dei servizi sarà più semplice, efficiente e chiara. Insomma una rivoluzione per guardare finalmente a chi ha più bisogno, dopo la vergogna di una Regione che fino ad ora non aveva su questo una legge. Il Lazio cambia.

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica