24 aprile 2015 All’Ifo-Regina Elena un macchinario di ultima generazione contro il tumore Si chiama Cyberknife ed è una nuova soluzione per i pazienti affetti da numerose neoplasie come quella del polmone, del fegato del pancreas e della prostata che permette di intervenire senza l’ausilio di sistemi invasivi

di Anna Rita Cillis, La Repubblica, 24 aprile 2015

Potenziata la rete oncologica del Lazio. L’Irccs Ifo-Regina Elena verrà infatti dotato a breve di un nuovo sistema robotizzato di radiochirurgia. Il macchinario, che si chiama Cyberknife (tradotto, bisturi cibernetico)  sarà «il primo e unico sistema di questo tipo nel Lazio, tra i primi in Italia per innovazione tecnologica», spiegano dalla Regione. La  decisione è contenuta in una delibera che la Giunta regionale approverà nella prossima riunione.

Il provvedimento della Regione prevede  l’impegno di due milioni e 600mila euro, circa il 50% del costo di questa sofisticata apparecchiatura che vale in totale 5 milioni e 200 mila euro. Al restante 50% provvederà il ministero della Salute visto che «l’Ifo è un istituto di ricovero e cura a carattere scientifico e accede  ad appositi finanziamenti».

Cyberknife  – che è costituito da un acceleratore lineare miniaturizzato montato su un braccio mobile robotizzato – individua il bersaglio eliminando interventi invasivi e lunghi ricoveri e riduce l’irradiazione dei tessuti sani. «È una nuova  soluzione per i pazienti affetti da numerose neoplasie come quella del polmone, del fegato del pancreas e della prostata  senza l’ausilio di sistemi invasivi», spiega governatore, Nicola Zingaretti.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet