31 gennaio 2013 Manifesto per i diritti e la cittadinanza delle nuove generazioni Alla Regione vogliamo un 'Piano per i giovani' con impegni chiari su cinque priorità: il diritto all’istruzione, nuovi servizi per chi cerca lavoro e per chi vuole fare famiglia, sostegno a chi crea una nuova impresa e investimenti per la cultura e l’innovazione

Non c’è niente di più sbagliato, nell’azione di governo, di considerare le “politiche giovanili” come un settore a sé stante, da confinare dentro un ministero o un assessorato minore. Spesso negli anni recenti è stato così, dando vita a poltrone e scatole amministrative utili soltanto a sprecare soldi pubblici in progetti di dubbia utilità.

Mai come oggi la “questione generazionale” non può essere ridotta a una politica di settore, perché è tutt’uno con la “questione sociale” che caratterizza il nostro Paese. La crisi ha accentuato il peso delle disuguaglianze, spezzato le leve della mobilità sociale, evidenziando il dramma di una società del rischio diseguale, perché nella crisi alcuni hanno pagato molto, alcuni meno, alcuni niente. E a pagare sono state soprattutto le nuove generazioni.

La disoccupazione fra i 15-24 anni ha raggiunto il 37,1%. La precarietà colpisce la possibilità di costruire una famiglia: se una ragazza di 25 anni fa un figlio, nel 40% dei casi un anno dopo perde il lavoro. Chi ha un’idea e vuole creare un’impresa non trova sostegno, servizi, strumenti di accesso al credito, e spesso deve rinunciare.

In gioco c’è il rapporto fra Stato e cittadini: la crisi di uno Stato che non riesce più a promuovere strumenti di inclusione e di cittadinanza per immense fasce di popolazione e che, per questo, viene percepito come distante, inutile, ostile, con il rischio di lasciare spazio all’antipolitica come espressione della rabbia, del disincanto, o al ripiegamento su sé stessi e al rifiuto dell’interesse generale.

Per questo, la Regione che vogliamo costruire non avrà un assessorato per i giovani, ma con il Piano Giovani 2018 adotteremo uno strumento operativo che orienterà il lavoro dell’intera giunta, per rafforzare l’azione di governo, indirizzare e mettere a sistema le risorse, coordinare i progetti d’innovazione e affrontare la questione generazionale, restituendo diritti e cittadinanza sulla base di cinque priorità:


LA NUOVA LEGGE REGIONALE SUL DIRITTO ALL’ISTRUZIONE

revisione della tassa regionale per il diritto allo studio secondo un serio e corretto principio di progressività con sgravi fiscali per i redditi medio – bassi.

• rafforzamento delle borse di studio universitarie, riaprendo le graduatorie anche per l’anno in corso, per superare definitivamente la figura degli “idonei non assegnatari”, e delle borse a sostegno della mobilità internazionale degli studenti, puntando al raddoppio degli attuali assegnatari.

incremento del numero di alloggi disponibili per le residenze universitarie con il recupero di edifici pubblici inutilizzati, la sperimentazione di accordi con i privati per canoni calmierati, l’utilizzo dei beni confiscati alle mafie restituiti alla comunità del Lazio.

riforma di Laziodisu partendo dai territori e dalle realtà universitarie, garantendo agli studenti la possibilità di intervenire nella proposta, nel controllo e nella valutazione dei servizi e delle prestazioni.

• riconoscimento di uno status di giovane in formazione a tutti gli under 30 residenti nella regione (compresi stranieri ed immigrati) che dia accesso a tutta una serie di servizi e agevolazioni.


I NUOVI SERVIZI PER CHI CERCA LAVORO

Formazione on demand: percorsi di formazione costruiti sulla base delle reali esigenze delle aziende, con incentivi alle aziende che formano e stabilizzano i lavoratori.

Network Porta Futuro: centri innovativi su tutto il territorio regionale capaci di offrire un’offerta integrata di formazione breve, orientamento personale e professionale, career days, recruitment days.

Scuole di Alta Formazione per i green jobs, il web, il turismo e l’artigianato locale, sulla base del modello sperimentato dalla Provincia di Roma con le Scuole del Cinema, dell’Energia, del Sociale.

Reddito per il Cittadino in Formazione.

• Rafforzamento dei centri per l’impiego nelle Università.


LA LIBERTA’ DI FARE IMPRESA

Sostegno alle Start Up: formazione per diffondere la cultura dell’innovazione e la cultura d’impresa; servizi per semplificare la creazione di una nuova impresa; fondi per sostenere il capitale iniziale e la crescita delle aziende più innovative; spazi per il co – working e valorizzazione degli incubatori presenti sul territorio.

Fondo Regionale per la Creatività, a sostegno delle imprese creative.

Assegnazione di terre pubbliche a giovani imprenditori sulla base del Decreto Legge 1 – 24 gennaio 2012.


IL SOSTEGNO A CHI VUOLE COSTRUIRE UNA FAMIGLIA

• Piano per la diffusione degli asili nido e sperimentazione di servizi innovativi come le educatrici domiciliari (tagesmutter).

• Introduzione del marchio Family in Lazio per tutti gli operatori commerciali che offriranno standard di servizio o politiche di contenimento dei prezzi favorevoli alle famiglie.

Centri per la famiglia su tutto il territorio provinciale per facilitare l’accessi ai servizi di sostegno alla famiglia e alle genitorialità.

 

L’ACCESSIBILITA’ E L’INNOVAZIONE DELLA CULTURA

• Sperimentazione di una card under 30 per accedere a sconti sulla fruizione di cultura.

• Rigenerazione di spazi inutilizzati da trasformare in luoghi di incontro e sperimentazione culturale attraverso bandi trasparenti di assegnazione a realtà associative.

Valorizzazione dei nuovi linguaggi culturali artistici con la creazione di un database online e di una guida cartacea con il profilo degli artisti e degli operatori culturali under 40.

 

Sulle politiche per i giovani, vogliamo un nuovo inizio, a partire dalla costruzione di un nuovo metodo fondato sulla partecipazione: i giovani del Lazio sono anche protagonisti di tante realtà associative, sociali, produttive, con cui vogliamo costruire un canale di comunicazione per realizzare insieme gli obiettivi del Piano e valutarne in modo trasparente i risultati.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica