5 febbraio 2013 Non lasceremo mai solo chi viene discriminato perché lesbica o gay Alla Regione vogliamo continuare il lavoro portato avanti in questi anni alla guida della Provincia, con programmi educativi contro l’omofobia che coinvolgono gli studenti, gli insegnanti e le loro famiglie.

Giovanni (è un nome di fantasia) ha quindici anni ed è gay. E proprio per questo, per la sua sessualità mai nascosta e rinnegata, a qualcuno la sua elezione a rappresentante d’istituto del liceo Tacito a Roma ha dato fastidio.

Al punto da pensare di poterla sfregiare con una scritta davanti all’entrata della scuola, in modo che tutti la vedessero al suono della campanella di inizio settimana. E ieri mattina, sul portone del liceo qualcuno ha scritto ‘Frocio dimettiti’ con una bomboletta spray nera. Accanto, una croce celtica. Lo racconta un articolo del Messaggero.

A Giovanni dico, ‘Forza, hai tutto il nostro sostegno, hai fatto bene a denunciare e ad alzare la voce. Nessuno potrà zittirti o farti mettere da parte solo per il tuo orientamento sessuale’.

Queste scritte omofobe sono un gesto vile di persone che vogliono intimidire tutti coloro che si impegnano contro la violenza e le discriminazioni. Gente vigliacca e stupida.

Non lasceremo mai solo chi viene discriminato perché lesbica o gay nelle nostre città e nelle nostre scuole.

Alla Regione vogliamo continuare il lavoro portato avanti in questi anni alla guida della Provincia, con programmi educativi contro l’omofobia che coinvolgono gli studenti, gli insegnanti e le loro famiglie.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica