25 luglio 2012 Nuova sede della Provincia di Roma: 5 motivi per cui è una buona scelta La vendita delle attuali 12 sedi e l’accorpamento in un unico edificio è un esempio virtuoso di revisione della spesa. Comporta un risparmio e un servizio più efficiente per il cittadino, è ecologica e accessibile ai disabili

Si parla in questi giorni della nuova sede della Provincia di Roma ed è utile fare un po’ di chiarezza su alcuni punti.  La vendita delle attuali 12 sedi e l’accorpamento in un unico edificio è un esempio virtuoso di revisione della spesa. 

Si tratta di una scelta utile per almeno 5 buoni motivi:

1. La Provincia di Roma non tirerà fuori un euro. La nuova sede viene infatti comprata grazie al ricavato della vendita delle 12 sedi distaccate attualmente utilizzate dalla Provincia.

2. L’operazione comporta un risparmio di 5 milioni di euro l’anno tra affitti e manutenzione. La vendita di 12 sedi e l’accorpamento in un unico edificio determinerà infatti benefici in termini di bilancio e di spesa. Questa operazione libererà risorse che potranno essere reinvestite nella manutenzione di scuole e strade.

3. I dipendenti della Provincia di Roma rimangono, non vengono licenziati. La riforma delle Provincie non significa la scomparsa dei lavoratori, che vengono trasferiti alla Città metropolitana, che anzi avrà maggiori competenze rispetto all’attuale Provincia. Pertanto, rimane aperto il tema di dove queste persone andranno  al lavoro ogni mattina.

4. La sede unica della Provincia di Roma rende più efficiente il servizio per il cittadino. Avere tutti gli uffici in una sede unica riduce i tempi di lavorazione e allo stesso tempo facilita l’interazione fra cittadino e Provincia.

5. La nuova sede della Provincia di Roma è ecologica, riduce l’inquinamento ed è accessibile ai disabili. L’edificio nasce all’insegna dei più moderni ed innovativi standard ecologici. L’edificio è costruito con materiali eco-compatibili e rispetta tutti gli standard in materia di sicurezza negli ambienti di lavoro e di rispetto delle normative per la disabilità. Inoltre la contiguità spaziale di tutti gli uffici consentirà di ridurre il numero degli spostamenti in automobile fra le sedi e quindi le spese per combustibile e manutenzione dei veicoli e allo stesso tempo comporta una diminuzione dell’inquinamento.

Infine è utile ricordare che l’idea dell’acquisto della nuova sede della Provincia di Roma è stata avviata dalla precedente amministrazione ed è stata conclusa da quella attuale non solo per rendere più efficiente il servizio ai cittadini, ma anche per evitare una salatissima penale che avrebbe pesato sui bilanci dell’ente.

Insomma, quello che i cittadini otterranno dalla nuova sede della Provincia di Roma saranno minori costi, più efficienza, sostenibilità ambientale e qualità della pubblica amministrazione.

Forse, soprattutto di questi tempi, anziché parlare di sprechi, bisognerebbe raccontare questa operazione come un esempio davvero virtuoso di spending review. 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE