1 luglio 2016 Una Regione più semplice e più competitiva per le persone e le imprese Quando siamo arrivati, nel 2013, la Regione era tecnicamente fallita. Oggi grazie al risanamento di questi anni il Lazio è tornato a crescere. E andiamo avanti: semplificazione, tagli agli sprechi e sostegno alle imprese. Ecco le sfide per il futuro

Nel 2012 la Corte dei Conti aveva certificato per la Regione Lazio una grave crisi di insolvenza finanziaria. In tre anni abbiamo fatto passi da gigante e completato un percorso difficilissimo di risanamento che ci ha portato, nel marzo del 2015, a raggiungere l’equilibrio di bilancio. Non ci credeva nessuno, ma ci siamo riusciti e ora parte una nuova sfida.

Le 3 tappe fondamentali per il percorso di risanamento

  1. spending review finisce la stagione degli sperperi, degli sprechi e dei privilegi per tornare ad investire in servizi utili alle persone;
  2. pacchetto semplificazione via a leggi inutili e dannose che frenano la crescita e lo sviluppo;
  3. razionalizzazione della macchina amministrativa, con tagli a società inutili , poltrone e consigli di amministrazione.

Ora 5 grandi sfide

  1. una regione più semplice. Stop alle cattive gestioni e limiti agli incarichi; potenziamento della Centrale unica degli Acquisti; locazioni a canone agevolato ad amministrazioni e associazioni; semplificazioni per il bollo auto e nel rilascio del certificato Durc alle imprese.
  2. più vicini ai più deboli. Accesso facilitato alle Rsa per chi ha meno possibilità economiche e innalzamento dell’Isee a 20mila euro per le prestazioni socio-riabilitative psichiatriche.
  3. Nuova gestione del verde. Dopo sei anni di commissariamento si passa a una gestione regolare degli enti parco regionali; riduzione dei consorzi di bonifica da 10 a 3, per raggiungere maggiore efficienza e diminuire la burocrazia.
  4. Sviluppo e competitività. Supporto al comparto dell’indotto Alitalia; sostegno alle botteghe storiche; rigenerazione del patrimonio rurale; nuove possibilità di fruizione dei mercati; accesso ai fondi regionali per le partite Iva.
  5. Cultura e memoria. Un nuovo museo dedicato al neorealismo a Fondi e l’istituzione della Giornata regionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime della mafia.

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica