25 giugno 2015 Vicini alle famiglie: tre nuovi bandi per asili nido e servizi Le iniziative, per un totale di 4,8 milioni di euro, stanno partendo in questi giorni e fanno parte del nostro “Pacchetto famiglia 2015”. Dagli aiuti alle famiglie in difficoltà e per le attività di centri diurni e case famiglia ai progetti di welfare aziendale, fino ai progetti per migliorare i nidi comunali già funzionanti

Da quando siamo arrivati siamo al lavoro per sostenere chi è in difficoltà, senza lasciare solo nessuno, in particolare le famiglie e chi è più debole. L’abbiamo fatto e lo stiamo facendo in modo concreto, senza togliere un euro al sociale ma anzi aumentando le risorse.

Ora andiamo avanti con oltre 40 progetti di sostegno alla genitorialità, 10 nuovi nidi aziendali aperti al territorio e un piano di ammodernamento dei nidi pubblici già esistenti. Lo facciamo con tre nuovi bandi, per un totale di 4,8 milioni di euro, che stanno partendo in questi giorni: sono iniziative che fanno parte del nostro “Pacchetto famiglia 2015”.

Ecco cosa facciamo in particolare con questi tre bandi:

Aiuti alle famiglie in difficoltà e per le attività di centri diurni e case famiglia. Il bando è rivolto alle organizzazioni del Terzo settore, mettiamo a disposizione 1,3 milioni di euro. Dal supporto educativo alla genitorialità e alla mediazione familiare fino agli interventi per le mamme sole con bambini o i papà separati e all’accoglienza e alle attività di integrazione sociale dei minori in difficoltà nelle strutture diurne o residenziali: il bando prevede l’assegnazione di circa 30mila euro a ciascun progetto approvato. Le domande potranno essere presentate dal 26 giugno al 27 luglio. 

Gli altri due avvisi riguardano invece la rete regionale degli asili nido:

Progetti di welfare aziendale. A 10 anni dall’ultima sperimentazione fatta dalla Regione, con questo progetto ci rivolgiamo a società e imprese private interessate ad avviare asili nido e servizi di conciliazione lavoro-famiglia Il bando, da 1 milione di euro, sarà aperto dal 1 luglio al 30 novembre e finanzierà 10 progetti da 100mila euro da destinare all’abbattimento delle rette e dei costi di avviamento; gli investimenti, invece, resteranno in carico all’azienda.

Progetti per migliorare i nidi comunali già funzionanti. Mettiamo a disposizione dei Comuni del Lazio e dei Municipi di Roma 2,5 milioni di euro per  sostenere l’acquisto di attrezzature per i bambini, l’ammodernamento degli spazi-gioco, le ristrutturazioni per la tenuta termica e il risparmio energetico, il potenziamento dell’offerta formativa (per esempio con la didattica sportiva e musicale) e la formazione degli educatori. Il contributo per ciascun progetto sarà di 2000 euro per ogni posto-bambino offerto dal nido, con un massimo di 100mila euro per le strutture di Roma Capitale e di 60mila euro per quelle del resto del Lazio. Il bando sarà pubblicato il 6 luglio e gli Enti locali potranno presentare la domanda di partecipazione fino al 15 settembre.

Vai qui per tutte le informazioni sui bandi.

 

 


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica