2 gennaio 2014 Il nostro nuovo modello di sviluppo in cifre, torniamo a investire per far ripartire la nostra terra Vogliamo ripartire puntando sul turismo, la cultura e lo sviluppo agricolo e sostenendo il lavoro, la formazione e le attività produttive. E poi vogliamo fare di più per chi ha meno, supportando le famiglie colpite dalla crisi, perché senza solidarietà non c’è sviluppo

La crisi morde l’Italia e anche il Lazio. Nonostante questo, non abbiamo voluto tagliare un centesimo alle risorse per i cittadini e per le imprese e, anzi, grazie ai risparmi che abbiamo ottenuto dai tagli agli sprechi, siamo tornati a investire per far ripartire la nostra terra e per riconquistare sviluppo e lavoro.

Stiamo rilanciando il Lazio con l’innovazione, il nostro nuovo modello punta su formazione, innovazione, e solidarietà. Perché senza quest’ultima non c’è sviluppo, per questo abbiamo deciso di sostenere le famiglie più colpite dalla crisi.

Complessivamente abbiamo investito 50 milioni di euro in più per i territori. Ecco come.

Lavoro. 8 milioni di euro in più. E presto un nuovo pacchetto di provvedimenti per l’occupazione soprattutto per le donne e i giovani.

Salute. Riordino complessivo della rete ospedaliera regionale: dal 2015 la sanità del Lazio torna in attivo, per la prima volta dopo quasi 10 anni. Così possiamo attivare nuovi servizi, come le Case della Salute.

Giovani. 6,3 milioni andranno alle imprese che promuovono l’inserimento dei più giovani. E’ un nuovo inizio rispetto al passato, perché abbiamo realizzato un incremento del 250%, per farci un’idea.

Formazione e Ricerca. Aumenteranno del 46% le risorse destinate al diritto allo studio universitario, per un totale di 9 milioni di euro in più.

Sviluppo economico e attività produttive. L’aumento delle risorse sarà del 246% per le piccole e medie imprese , del 23% per l’artigianato, del 184% per il commercio.

Turismo. Per questo settore così importante della nostra economia aumentiamo le risorse che passano a 6 milioni di euro in più a fronte dei 3,2 milioni dell’anno appena concluso.

Cultura. Mettiamo a disposizione 12 milioni di euro in più. In questo modo le risorse aumentano di oltre il 60%. 9 milioni saranno assegnati allo spettacolo dal vivo.

Agricoltura. A questo settore andranno 7,7 milioni di euro in più.

Sociale. 14,5 milioni in più per aiutare chi ha più bisogno.

Sport. Nel 2013 erano stati stanziati solo 200mila euro, adesso sono 2 milioni.

Questa carrellata di numeri è solo un esempio di quello che abbiamo fatto e che stiamo facendo per sostenere i territori e migliorare la vita delle persone con scelte basate su risorse vere e progetti concreti.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica