29 gennaio 2014 Un nuovo treno per i pendolari, saranno 26 entro la fine dell’anno Questa nuova tipologia di treno, infatti, ha una grande flessibilità di programmazione: non sono infatti moduli fissi, ma hanno carrozze e componenti motrici facilmente smontabili e rimontabili, così ci sarà una maggiore disponibilità quando serve, nelle fasce orarie in cui c’è maggiore richiesta

Ogni giorno migliaia di persone si spostano per motivi di lavoro, di studio e per turismo nel nostro territorio. Noi vogliamo garantire loro un servizio migliore.

Oggi abbiamo inaugurato il secondo dei 26 nuovi treni per il pendolari consegnati negli ultimi sei mesi e previsti entro il 2014 dall’accordo tra la Regione e Trenitalia.

Il nuovo treno entra in funzione sulla linea Roma – Velletri, è di ultima generazione e può trasportare più passeggeri, circa 1000, di cui 700 seduti, e offrire maggiori confort. Consentirà di spostare carrozze oggi operanti sulla tratta FL8 Roma – Nettuno,  rafforzandone il servizio.

Questa nuova tipologia di treno, infatti, ha una grande flessibilità di programmazione: non sono infatti moduli fissi, ma hanno carrozze e componenti motrici facilmente smontabili e rimontabili, così ci sarà una maggiore disponibilità quando serve, nelle fasce orarie in cui c’è maggiore richiesta.

A bordo sono previsti: monitor per diffondere informazioni utili, telecamere a circuito chiuso per una maggiore sicurezza, aria condizionata, una zona attrezzata per i disabili e un’area per trasportare biciclette.

Come saranno utilizzati questi nuovi treni? Considerando che corrispondono a 130 carrozze, da una prima stima dei flussi e delle criticità si può prevedere che 50 saranno destinate al servizio delle linee  FL 4 (Roma Termini – Ciampino – Frascati – Albano Laziale – Velletri), FL 5 (Roma Termini-Civitavecchia) e FL 6 (Roma-Napoli via Cassino), 60 alle FL 2 (Roma-Tivoli), FL 7 (Roma Termini-Latina /Formia) e FL 8 (Roma Termini-Nettuno), quelle che presentano il materiale rotabile più datato, e 20 alle linee metropolitane FL 3 (Roma Ostiense –Cesano – Viterbo) e FL 1 (Fiumicino Aeroporto – Fara Sabina/Orte).

A cosa serve questo investimento?

Più posti nei treni. L’aggiunta di una o più carrozze, dalla capacità di circa 250 passeggeri l’una, consente di aumentare il numero dei passeggeri trasportati negli orari di punta e sulle linee più affollate.

I treni passano negli orari di punta. Maggiore flessibilità dell’offerta, differenziando fra corse “semidirette” (che fermano solo in alcune stazioni) per le tratte più lunghe e corse metropolitane (con sosta in tutte le stazioni della linea) su tratte più brevi, come già sperimentato sulla linea Roma – Viterbo nella tratta Roma – La Storta.

Sostituzione dei vecchi treni, in particolare sulle linee oggi dotate di convogli poco adeguati alle esigenze del trasporto pubblico.


Tag: Blog
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica